AUGUSTA:APPROFITTANO DEL PROPRIO LAVORO SULLE NAVI CISTERNA PER RIFORNIRE L’AUTO DI CARBURANTE,  SEI ARRESTI

AUGUSTA:APPROFITTANO DEL PROPRIO LAVORO SULLE NAVI CISTERNA PER RIFORNIRE L’AUTO DI CARBURANTE, SEI ARRESTI

Nella serata di ieri, Agenti della polizia di Stato, in servizio alla Frontiera Marittima di Siracusa, unitamente agli agenti del posto di polizia di frontiera marittima di Augusta con l’ausilio dei colleghi del commissariato di Augusta, hanno arrestato per il reato di furto Innocenzo Rosa (classe 1991), di Augusta, Mimmo Agosto (classe 1967) di Augusta, Ignazio Iaci (classe 1960), residente a Pozzallo, Pietro Mancini (classe 1966), residente ad Augusta, Salvatore Cannata ( classe 1954), residente a Pozzallo e Giuseppe Ferrara (classe 1959), residente a Riposto.

In particolare, a seguito di attività info investigativa si è appreso che alcuni operatori portuali approfittando della loro posizione di marittimi di alcune bettoline (navi cisterna adibite al rifornimento di carburante delle motocisterne) nel periodo intercorrente il cambio equipaggio e comunque durante le ore serali e notturne, erano adusi a rifornire le rispettive autovetture con carburante asportato dalle medesime navi ove prestavano servizio, con la connivenza di altri componenti dell’equipaggio.

Gli agenti avevano modo di appurare che gli odierni arrestati, a turno, scendevano dalla nave portando al seguito un bidone di plastica pieno di carburante, si avvicinavano alle proprie autovetture seminascoste dietro un cumulo di trucioli e alcuni new jersey e riversavano il liquido nel serbatoio mentre un altro faceva da palo. Sono in corso ulteriori indagini per appurare eventuali ulteriori responsabilità.

Gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari.