Il processo sui capannoni di Schettino: assolti i fratelli Di Cavolo

95047.it Dissequestro immediato dei quattro capannoni “incriminati” e assoluzione penale piena per i fratelli e imprenditori paternesi Daniele, Carlo e Antonino Di Cavolo. Assoluzione anche per l’ex funzionario del Comune di Paternò, Francesco Alì.
 La vicenda è quella dei capannoni di contrada Schettino sui quali gli inquirenti avevano portato avanti l’accusa di abuso d’ufficio, peculato e lottizzazione abusiva.
Ebbene, la sentenza della seconda sezione della Corte d’appello di Catania ha ribaltato e spazzato via quella che era sta la decisione dei magistrati di primo grado: il pronunciamento delle scorse ore ha fatto decadere ogni accusa. Una vicenda che si trascinava dagli anni 2007 e 2008 e che pare essere arrivata al capolinea salvo – al momento improbabili – ricorsi all’ultimo grado di giudizio.

L’impianto accusatorio degli investigatori si basava sul fatto che la destinazione d’uso sarebbe stata cambiata inopinatamente da agricola a industriale con conseguente “raggiro” delle concessioni edilizie. “Abbiamo dimostrato che quella è un’area dove quasi tutti i capannoni da agricoli sono diventati industriali – spiega Vittorio Lo Presti, legale dei fratelli Di Cavolo – e che la volumetria era identica a quella della concessione. Abbiamo anche dimostrato che tra i Di Cavolo e l’architetto Francesco Alì non vi era alcun rapporto di favoritismo e che era limitato a quello professionale”.

Per la cronaca, è tutt’altro che escluso che gli stessi imprenditori possano richiedere un risarcimento economico a fronte dei danni procurati da questa vicenda.

Raccomandati per te:

6 Comments

  1. non parlate senza conoscere in fondo le persone questi signori danno da mangiare ad un bel po di famiglie e soprattutto anno la passione per il proprio lavoro invece di criticare ammirate queste persone che ogni giorno lavorano in prima linea se non ci fossero mangeremo arance fradice fatevelo dire da una persona che ci lavora da 11 anni

  2. L invia è una brutta bestia , certe persone sanno solo parlare senza nemmeno sapere , l onestà esiste e le persone tirate in causa sono persone che lavorano da una vita e con passione , siamo tutti bravi a giudicare ma prima di farlo informatevi bene su chi parlate ! Ogni tanto la giustizia apre gli occhi anche se solo dopo lunghi anni !!

  3. Lasciate in pace coloro che danno tanti posti di lavoro…..non siate invidiosi, ma ottimisti

  4. Come si fa a passare un capannone da agricolo a industriale? Per magia o altro…?? E per le abitazioni funziona questa polverina magica?? Si salvi chi può

I commenti sono chiusi.