IL SUPER GREEN PASS È LEGGE E SARÀ VALIDO DAL 6 DICEMBRE AL 15 GENNAIO. ECCO I NUOVI OBBLIGHI E LE NUOVE MISURE

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al “super green pass“. In particolare le norme relative a quest’ultimo scatteranno dal 6 dicembre e varranno per le zone bianche, ovvero quelle considerate a basso rischio di contagio. Saranno valide per tutto il tempo delle festività, fino al 15 gennaio, ma potranno essere progrogate.

Per super green pass s’intende la certificazione verde ottenibile solo in caso di eseguita vaccinazione oppure di guarigione certificata da Covid-19. I tamponi vengono quindi esclusi. Di conseguenza i non vaccinati (e non guariti), cone le nuove regole, subiranno notevoli restrizioni nelle loro attività sociali, anche nelle zone bianche appunto, ma non per quanto riguarda il lavoro per il quale resterà valido il green pass legato al tampone.

Ecco norme approvate dal governo

Il green pass “base” sarà obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale

L’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”.

Ulteriori limitazioni della zona arancione valide solo per chi non possiede il “green pass rafforzato”.

Vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12.

Richiamo obbligatorio (terza dose) per professioni sanitarie dal 15/12;

Rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del dl, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

Le norme che non sono cambiate:

La mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti.

La durata del green pass diventerà di 9 mesi, invece dei 12 attuali.

❗️Ecco tutte le misure del decreto Super Green Pass:

1️⃣ Introdotto dal 6/12 il green pass “rafforzato”: si ottiene solo con vaccinazione o guarigione;

2️⃣ la validità del green pass “rafforzato” scende da 12 a 9 mesi;

3️⃣ dal 6/12/2021 al 15/1/2022 valgono le nuove regole transitorie per le zone colorate;

4️⃣ il green pass “base” sarà obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale;

5️⃣ l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”;

6️⃣ ulteriori limitazioni della zona arancione valide solo per chi non possiede il “green pass rafforzato”;

7️⃣ vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12;

8️⃣ richiamo obbligatorio per professioni sanitarie dal 15/12;

9️⃣ rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del dl, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

Norme che non sono cambiate:
• la mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti;
• restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi.

Vaccini

Il governo ha poi affrontando il tema delle vaccinazioni. Il primo quello della somministrazione della terza dose a distanza di 5 mesi dalla conclusione dei primo ciclo vaccinale, invece dei sei mesi previsti di recente.

Per i vaccini ai minori di 12 anni si attendono le decisioni delle agenzie del farmaco italiana (Aifa) ed Europea (Ema)

A questo proposito il ministro della Salute Roberto Speranza, anche lui in conferenza stampa a Palazzo Chigi ha detto che “da oggi è possibile avere il richiamo a 5 mesi ma ci apprestiamo a una ulteriore modifica: dal primo dicembre allargheremo la platea anagrafica della dose di richiamo. Dal 1° dicembre sarà possibile la dose richiamo sopra i 18 anni“.

IL NUOVO DECRETO SUL SUPER GREEN PASS.

 

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.