NASCE NUOVO PROGETTO POLITICO, TUTTI “INSIEME PER PATERNÒ”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Poco meno di un anno separa la città di Paternò dalle elezioni Amministrative 2022, per rinnovare le cariche di Sindaco, Giunta e Consiglio comunale.

La politica, i movimenti civici, si preparano all’appuntamento consapevoli che occorre voltare decisamente pagina, delusi dall’attuale fallimentare gestione della cosa pubblica.

Una sfida non facile visto lo stato di abbandono e degrado in cui versa la città in tutti i suoi settori, frutto di un’assenza di programmazione chiara e soprattutto condivisa; il risultato è una città di 50 mila abitanti, sempre più povera ed isolata, che ha perso la leadership nel comprensorio, diventando fanalino di coda tra tutte le realtà del catanese.

Tanti, troppi i settori che chiedono rapidi interventi; solo per citarne alcuni, mancano investimenti per lo sviluppo economico, l’urbanistica, la viabilità, i servizi per i cittadini, i servizi sociali, si soffre per l’assenza di politiche giovanili e di infrastrutture (viabili e sportive), oltre alla totale assenza di una strategia per la valorizzazione dell’enorme patrimonio storico-artistico-archeologico e naturalistico.

Come voltare pagina? Da diverse settimane forze politiche e cittadini espressione di aree civiche dibattono sull’argomento; l’obiettivo è costruire il “dopo Naso”, visto l’esperienza fallimentare, la più buia per Paternò.

In un contesto tanto difficile solo l’unione, al di là dei singoli schieramenti politici, può permettere di invertire la rotta.

Quando c’è da ricostruire una città dalle sue fondamenta non ci sono divisioni che tengano, ma tutti uniti si deve lavorare per il bene della collettività.

È da qui che nasce un nuovo progetto civico che trova la sua sintesi nell’avvio di un dialogo che mette al centro obiettivi e programmi: un primo incontro si è tenuto lo scorso venerdì 10 luglio. Un progetto che vede al suo interno uomini e donne impegnati nella società e con esperienze già maturate all’interno dell’Amministrazione cittadina, pronti a dare il loro contributo per costruire un progetto di rinascita, aperti al dialogo con il territorio. Pronti a trovare nuova linfa, adesioni, in quanti sono stanchi di vivere alla deriva, in quanti, liberi da qualsiasi interesse personale, hanno un unico obiettivo: risollevare le sorti della città.

Al primo appuntamento, coordinato dal deputato regionale Giuseppe Zitelli, hanno preso parte: Giovanni Finocchiaro, Antonello Sinatra, Giuseppe Rapisarda, Michele Milazzo, Giancarlo Ciatto, Vito Rau, Alfredo Sciacca, Agata Marzola, Salvo Torrisi, Mauro Mangano, Filippo Condorelli, Saverio Tomasello, Paolo Di Caro, Andrea Castelli, Francesco Rinina, Giuseppe Zitelli, Luigi Carcagnolo, Franco Tomasello e Giuseppe Lo Presti.

«Abbiamo deciso di unire le nostre forze – dicono – per elaborare un progetto di rinascita della città. Non guardiamo a ciò che può dividerci ma a ciò che ci unisce: un futuro nuovo per la città e i suoi abitanti, per i tanti giovani che purtroppo in un contesto talmente degradato che non offre più nulla, non trovano altra via che la partenza verso altre realtà.

Insieme vogliamo invertire la rotta, questa è una scommessa che vogliamo vincere, per noi, per il bene dei nostri figli».

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.

1 Comment

  1. Queste forze politiche ( insieme per paternò) dovrebbero essere più consapevoli . Non ce da “costruire il dopo Naso” c’è da ricostruire i danni fatti da Mangano e da Naso ( quindi il dopo Mangano e il dopo Naso) 10 anni di danni e distruzione di tutto Paternò, e magari individuare i responsabili politici diretti.

I commenti sono chiusi.