PATERNO’: PREMIATI GLI STUDENTI VINCITORI DEL CONCORSO NAZIONALE “A SCUOLA DI DONO”

Alla fine del 2018 la FIDAS ha indetto un concorso nazionale “A scuola di dono” riservato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Il GDVS di Paternò con grande entusiasmo ha preso a cuore questa iniziativa e si è fatto carico di divulgarla in seno alle scuole di tutto il territorio operativo. Agli inizi di febbraio sono arrivati i lavori delle scuole che hanno partecipato e per selezionare i più meritevoli si è riunita una apposita giuria. Un lavoro intenso di analisi di disegni, racconti, immagini, video e elaborati di vario genere, tutti con una caratteristica comune: un notevole impegno per cercare di comunicare i mille volti del dono.

Due sono gli elaborati che risaltano agli occhi e vincono entrambi il primo premio erogato dal GDVS di Paternò. Nei giorni successivi i lavori primi classificati vengono spediti alla sede della Fidas nazionale perché vengano vagliati insieme a tutti gli altri elaborati pervenuti da tutte le parti d’Italia e competitivamente partecipino alla selezione. Con grande orgoglio intorno a metà di aprile ci è pervenuta la notizia che uno dei due lavori è vincitore nazionale .

Per la sezione Scuola primaria è risultata vincitrice la classe 5°A della Direzione Didattica “Don Lorenzo Milani” di Randazzo (CT). I giovanissimi hanno realizzato un libro pop up, ovvero uno di quei libri tridimensionali che potremmo definire anche animati, pubblicazioni molto amate dai bambini.

Il lavoro presentato è risultato particolarmente originale per la modalità espressiva, ricco di belle inserzioni grafiche ad ogni pagina e soprattutto con un forte invito rivolto ai non donatori.

I 15 studenti accompagnati dalla preside prof.ssa Rita Pagano, dalle insegnanti Rosaria Maria Albano, Silvia Gaetana Palermo e da alcuni responsabili del GDVS – FIDAS di Paternò sono stati presenti alla premiazione avvenuta a Matera in occasione del Congresso nazionale Fidas dove è stato consegnato loro un buono di 500,00 euro per l’acquisto di materiale didattico.

Al termine della premiazione i ragazzi hanno avuto la possibilità di trascorrere una giornata alla scoperta di Matera capitale europea della cultura 2019.

Raccomandati per te: