Posti di blocco della Finanza

95047.it FLASH:

Pattugliamenti da parte delle Forze dell’Ordine a Paternò. Nella giornata di oggi il Nucleo della Guardia di Finanza ha verificato la copertura assicurativa e lo stato di revisione di diverse automobili allestendo posti di blocco in più punti della città. I militari hanno anche sequestrato mezzi che erano del tutto sprovvisti di assicurazione e revisione.

Raccomandati per te:

12 Comments

  1. Tutto giusto e logico per quanta riguarda i controlli mirati per cercare di scoprire gli illegali, ma se invece ci si limita a sanzionare chi si è dimenticato la patente a casa, forse viene da pensare che questi controlli servono anche a fare cassa.

    1. qui si parla di veicoli senza copertura assicurativa e non revisionati (e forse anche altro!) La Legge non prevede sequestri di veicoli se l’automobilista dimentica la patente! 🙂

  2. concordo con Massimiliano. Se non puoi mantenere una cosa (casa, auto, ecc) è saggio non acquistarla ed ovviare ad altre soluzioni.

  3. Salve a tutti i paternesi, mi stupisce il pensiero di qualcuno che crede che le regole non sono regole nel senso che ci possono essere regole che possono essere tralasciate altre che è un obbligo rispettare, no Patrizia e coloro che la pensano come te. Utilizzare un mezzo senza assicurazione significa che se hai un incidente e fai perdere la vita a un essere umano nessuno risarcirà il danno, e civiltà? E correttezza? Io credo che un popolo e degno di esserlo se rispetta le regole dalle sulla carta più facili come non gettare a terra oggetti al rispetto del prossimo pagando i servizi in quanto utilizzatore. Il problema e che molti purtroppo nel sud si crede che il non rispetto,di quello che le norme impongono siano giustificati dalla ingente intelligenza mentale o da frasi non pago le tasse perché non lavoro però ne usufruisco. ( se non puoi permetterti auto usa altri mezzi per spostarti). Saluti dal veneto

  4. Sono d’accordo con Patrizia, vero che bisogna essere in regola e quindi assicurazione e revisione, ma la richiesta delle forze dell’ordine, per la sicurezza del cittadino era richiesta per far fronte a tutti questi furti che ultimamente tempestano il nostro paese…che poi tra l’altro neanche senza punizione, anzi lasciati liberi e liberi di organizzare magari un altro colpo a qualche altro negozio o famiglia….non se ne può più…vanno a sequestrare l”auto magari a qualcuno che a stento il giorno riesce a portare a casa un pezzo di pane….E VERGOGNOSO……!!! e non parliamo di civiltà..civiltà e civiltà finiamola…..!!!..Il lavoro è un diritto…dei cittadini….non centra niente la civiltà…..!

  5. Di sicuro c’è crisi, il lavoro manca… Ma quando poi uno dei tanti furbastri ci distrugge l’auto, non risarcendo nulla, o, peggio ancora, investe, ovviamente accidentalmente, un nostro familiare, poi non facciamo più caso alla crisi… E ci brucia il culo quando poi il suo legale è pagato con le nostre tasse. Cresciamo popolo!!! La crisi non è una scusa!

  6. Fino a quando i Paternesi continueranno a ragionare cosi’, senza sforzarsi di guardare piu’ in la’ del proprio naso non ci sarà nè civiltà nè rinascita, con la crisi che sta investendo il paese non credo ci voglia tanto a capire che non tutti possono permettersi di pagare l’assicurazione o la revisione dell’ auto e comunque sono costretti ad usarla per svariati motivi.
    Il rispetto delle Leggi come prima cosa…ma il rispetto del principio fondamentale della Costituzione come la dignità del cittadino attraverso il lavoro dove è finita??

    E poi …chi deve essere perseguito il povero cittadino che non PUO’ pagare l’assicurazione o i malviventi che commettono reati e alla fine “pagano” solo con qualche ora di restrizione (molto spesso) domiciliare e poi sono liberi come uccellini di reiterare il proprio gesto???

    Il controllo del territorio ovviamente ci deve essere….ma forse mirato in modo diverso… e lo Stato e le Istituzioni dovrebbero proteggere e salvaguardare i propri Cittadini ma non dal mancato pagamento del premio assicurativo, ma da ben altro.

    1. Se lo stato mettesse le assicurazioni con prezzi ragionevoli e con lucri minori tutti questi trasgressori non esisterebbero. La revisione è giusta ma non a 70€ o giù di li, ma bastano 20€ per circa 15 minuti di controllo che è per altro tutto computerizzato.
      SVEGLIAMOCI ITALIANI

  7. Finalmente si muove qualcosa. Finalmente qualcuno inizia a pagare per la propria furbizia. I tanti “spacchiosi” o “sperti” della situazione che vanno in giro con le loro auto non curanti (ovvero fregandosene) del rispetto del Codice della Strada e delle Leggi in materia di sicurezza stradale, adesso iniziano a pagare………….e con gli interessi.
    Come goooodooooooo

  8. Intanto paga l assicurazione, mettiti in regola e fai la revisione e poi fai commenti scemi se ti rimane tempo. Fino a quando ragionerete cosi non ci sara civiltà in questa citta

    1. GIOVANNI !!!!
      Legga bene il commento di Patrizia che ha capito bene il mio pensiero. Cordialmente , MINICU

  9. POPOLO DI PATERNO’
    AVEVATE CHIESTO IL CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DELLE FORZE DELL’ORDINE ?
    INTANTO VERIFICHIAMO SE IL POPOLO E’ IN ORDINE POI SI VEDRA?
    CORNUTI E MAZZIATI

I commenti sono chiusi.