TRECASTAGNI: TENTATA RAPINA AL BAR VERDI: SI CHIUDE IL CERCHIO SUGLI ALTRI DUE COMPLICI.

I Carabinieri della locale Stazione in due distinte fasi temporali hanno arrestato Santo Andrea LO MORO cl.94 e un pregiudicato catanese di 17 anni, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare, una emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania e una dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni  etneo, in ordine al reato di tentata rapina aggravata in concorso.


Il 15 maggio scorso, prima della chiusura serale, cinque malviventi armati di pistole e con il volto travisato da passamontagna, fecero irruzione nel Bar Verdi di Trecastagni e, sotto minaccia delle armi, tentarono di farsi consegnare l’incasso dalla proprietaria. L’immediata reazione del marito della titolare mise in fuga gruppo.
I Carabinieri intervenuti nell’immediatezza del fatto hanno soccorso l’uomo che dovette ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale di Acireale per un “trauma cranico con ferite lacero contuse ed escoriazioni diffuse”, lesioni patite durante la colluttazione e guaribili in 20 giorni e hanno rinvenuto fuori dal locale due pistole abbandonate dai malviventi in fuga, risultate fedeli riproduzioni.
L’attività di indagine, sorretta dall’analisi delle immagini registrate dalle telecamere attive nella zona, nonché dall’escussione di diverse persone informate sui fatti, ha consentito agli investigatori di fornire un quadro probatorio sui criminali, di cui già tre assicurati alla giustizia, che ha convinto appieno i giudici i quali, accogliendo le richieste avanzate dalle rispettive Procure, hanno ordinato l’arresto degli ultimi due complici.
Il maggiorenne in custodia agli arresti domiciliari, mentre il minorenne è stato associato al Centro di Prima Accoglienza di Catania.

Raccomandati per te:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.