25 aprile, a Paternò nessuna cerimonia

25 aprile, a Paternò nessuna cerimonia

95047.it Giornata del 25 aprile. A Paternò nessuna cerimonia: nessun fiore deposto alla memoria dei caduti, nessuna parola per quello che sarebbe il senso di questa giornata. Ufficialmente, non vi è alcuna motivazione sul perché in città non si sia organizzato nulla.
Anche questa giornata passa via nell’indifferenza. Indipendentemente dalle idee politiche di ognuno, una giornata come quella di oggi serve quantomeno a pensare quanto caro possa essere il prezzo della libertà e quanto da rinnegare debba essere il pensiero unico. Ma Paternò è, anche su questo, una città avanti.
Va tutto bene. Buona scampagnata a tutti.

2 Commenti

  • Sarebbe meglio invece abolirlo questo 25 aprile, visto che da 70 anni si ripropone sempre la solita e ormai anacronistica contrapposizione fascisti-comunisti (come se i secondi fossero meglio dei primi, quando in realtà sono entrambi sostenitori di ideologie liberticide e anti-umane), e l’enfatizzazione del ruolo dei partigiani contro i nazifascisti, assolutamente marginale, dato che tedeschi e repubblichini nel 1945 furono sconfitti dagli angloamericani. Per essere una festa nazionale é troppo divisiva, visto che c’é una parte politica che ogni anno monopolizza la cosa, e tende a dare del “fascista” a chi non si identifica.

    Una festa davvero nazionale deve unire una comunità nazionale, non dividerla su basi ideologiche come fa il 25 aprile. E poi cosa c’é di strano che a Paternò non si festeggia il 25 aprile? Siamo in Sicilia e qui da noi non c’é mai stata l’occupazione militare tedesca, visto che nel luglio 1943, quando invece fu occupata dagli Alleati, italiani e tedeschi erano ancora alleati (l’armistizio é avvenuto a settembre). Inoltre a Paternò i morti sotto i bombardamenti nell’estate del ’43, furono gli americani con la loro aviazione a provocarli, i nostri “liberatori”. É vero che i tedeschi sul nostro territorio ce li avevano già, ma fu quell’idiota di Mussolini a farli venire in qualità di esercito “amico”.

I commenti sono chiusi.