Accusati di spaccio: due paternesi finiscono ai domiciliari

I carabinieri della Compagnia di Paternò hanno arrestato – in flagranza – il 38enne Giuseppe Mobilia ed un 24enne (di quest’ultimo non si conoscono le generalità), entrambi paternesi, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Sul campo i militari del Nucleo Operativo che, ieri pomeriggio, hanno fatto irruzione nelle abitazioni degli arrestati laddove, previa perquisizione, sono stati rinvenuti e sequestrati:
Nell’abitazione di Mobilia sono stati rinvenuti: 3 chili di “marijuana”, suddivisa in 5 confezioni, 1 bilancino elettronico di precisione, del materiale utilizzato per confezionare la droga nonché 2.090 euro in contanti, ritenuti il provento illecito per la compravendita dello stupefacente.
A casa del secondo: 70 grammi di “marijuana”, nascosta in un barattolo, 2 dosi di “marijuana” avvolte nel cellophane; 1 dose di eroina nonché 1 bilancino elettronico di precisione.

La droga, il denaro ed il materiale sono stati sequestrati mentre gli arrestati, in attesa del giudizio per direttissima, sono stati relegati ai domiciliari.

Raccomandati per te: