ACIREALE, C’ERANO PIÙ DI 4 PERSONE AL TAVOLO, MULTATA TITOLARE DI UN BAR

Nella serata dello scorso 24 settembre, medesimo personale del Commissariato di Acireale, unitamente a personale dell’Ispettorato del lavoro e dell’ASP, ha sottoposto a controllo un bar di quel centro dove, già nei fine settimana precedenti, si erano registrati importanti assembramenti di giovani, in violazione delle regole anti-covid previste dalla “zona gialla” in cui attualmente è inquadrata la Sicilia.

All’atto del controllo, gli agenti verificavano la presenza di numerosi giovani a formare un evidente assembramento; in particolare, all’interno della veranda esterna al locale, almeno 2 tavoli erano occupati da un numero di persone superiore a 4, rilevando immediatamente la violazione delle regole di contenimento pandemico.

Molti dei presenti, accortisi del controllo in atto, si allontanavano dal locale, dando luogo a un fuggi, fuggi generale.

Al titolare del bar venivano contestate le violazioni alla normativa anti-Covid, che prevedono il pagamento di una somma pari a euro 400, procedendo altresì alla sanzione accessoria della chiusura del locale per giorni 5, così come previsto dall’art. 4 D.L. 19/2020.

Inoltre, i clienti occupanti i tavoli in sovrannumero venivano identificati per la conseguente contestazione della violazione al divieto di occupare un tavolo in un esercizio pubblico in numero non superiore a 4 se non conviventi, prevista anche per i clienti.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.