Alfredo Farace, il paternese allenatore della campionessa mondiale di pugilato

14953575_10154605883759827_2521155853570854442_n95047.it Una storia pazzesca. Esaltante. Di quelle ti riconciliano con lo sport. Lontani dalle vetrine multimilionarie che innacquano qualsiasi senso di sacrificio. L’essenza stessa dello sport, quella fatta di sudore, tenacia e valori. La storia è quella di Alfredo Farace e Vissia Trovato. Alfredo è un paternese: ma che, come molti di questa città, ha trovato soddisfazione e completezza fuori dai confini nostrani. Vissia è, invece, di origini palermitane ed la nuova campionessa iridata Ibo dei supergallo: ad allenarla è proprio Alfredo Farace che è anche suo compagno nella vita. Parliamo di pugilato. Parliamo, appunto, di sport. 
Una favola. Sì, una favola quella di Vissia. Una favola, quella di Vissia e Alfredo.
“Il nostro sogno è ora quello di potere combattere, magari per la conferma del titolo, in Sicilia. Ci terremmo a poter fare qualcosa a Paternò – ci dice Alfredo Farace -. Per noi è stato un grande orgoglio essere arrivati fino a questo punto: ed esserci riusciti ci ha dato una caricaa in più. Ci ha detto che non dobbiamo fermarci”.

img-20161206-wa0070Alfredo Farace, il paternese (e lo sottolineiamo, paternese) dall’altra parte del telefono riesce a trasmetterti questa grande carica. E, poi, come non soffermarsi sull’impresa mondiale di Vissia? “Lei è una grande donna. Ci dividiamo tra Milano e la Svizzera: un lavoro duro che la caparbietà ed il talento di Vissia hanno permesso si giungesse a questo risultato. Ribadisco: una grande donna”.

Una grande donna. Un grande allenatore. Con una favola nella favola: quella che Vissia era prima di tutto una cantante di blues vincitrice di premi e richiestissima dappertutto nel nord Italia. Ma la passione per il pugilato, a un certo punto, ha avuto il sopravvento con un risultato – dicevamo – davvero pazzesco. Inimmaginabile. La battuta è facile: le ha suonate a tutti! Così, in fin dei conti, è stato. 
Intanto, Paternò: “Personalmente scendo almeno due volte l’anno nella mia città – conclude Alfredo – non dimentico dove sono nato. E a Paternò ci vedremo presto”. Già. Accadrà presto. Per condividere con i propri cari cosa significhi stare in vetta al mondo assieme alla propria compagna di vita. Una grande storia che solo lo sport può far accadere.

Raccomandati per te:

1 Comment

I commenti sono chiusi.