ALL’ OSPEDALE CARDARELLI DI NAPOLI : SUPER BOLLETTA DELLA LUCE DA 11,5 MILIONI DI EURO, AL CANNIZZARO DI CATANIA “SOLAMENTE” 780 MILA EURO

Il caro bollette colpisce anche gli ospedali.

Il Cardarelli a Napoli. “La nostra bolletta della luce è passata da 5,6 milioni a 11,5. Un aumento difficile da sostenere. Dobbiamo chiudere il bilancio in pareggio. Come faremo? Non possiamo certo tagliare i servizi né smettere di utilizzare le fonti energetiche, che sono indispensabili per il funzionamento dei macchinari e dei reparti. Non posso spegnere una Tac. Avremo grossi problemi”. A lanciare l’allarme per il caro energia è anche il direttore generale dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, il più grande del Sud, Antonio D’Amore, intervenuto su Radio Club91, nella trasmissione Barba e Capelli.

“Come con la pandemia – ha continuato D’Amore – la crisi energetica ci ha colti un po’ di sorpresa. Non siamo stati bravi a programmare. C’erano margini per affidarci in proprio a fonti rinnovabili, utilizzando magari i pannelli solari. Ma se cominciamo ora, ci vorrà almeno un anno e risparmieremmo in ogni caso un 30%. Si prospetta una crisi molto seria, a cui bisognerà trovare una risposta”.

Bolletta record pure all’ospedale Cannizzaro di Catania, dove la bolletta è stata “solamente” di 780 euro

Il piano previsto dai vertici dell’ospedale, prevede una diversa gestione delle luci in corsia e pannelli solari per il futuro.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.