Allo scrittore Salvo Di Matteo la cittadinanza onoraria di Paternò

95047.it Lo scrittore e pubblicista palermitano Salvo Di Matteo, sarà nostro concittadino. Tra i pochi cittadini onorari di Paternò, dopo l’editore Einaudi, è la volta di un altro uomo della cultura a ricevere l’alta onorificenza, se pure con notevole ritardo come qualcuno ha sottolineato, allo scrittore saggista Salvo Di Matteo sabato 20 giugno sarà conferita la cittadinanza onoraria.
Il comune di Paternò, accogliendo la sollecitazione del Lions Club, conferirà la cittadinanza onoraria al dott. Salvo Di Matteo per essere stato autore di opere sulla storia di Paternò, come “PATERNO’: LA STORIA E LA CIVILTA’ ARTISTICA” e sulla figura di Giovanbattista Nicolosi, l’illustre geografo paternese del XVII secolo.
La sua dedizione alla ricerca storica è stata sempre indirizzata a raccontare le vicende della Sicilia e a descrivere i suoi incommensurabili edifici monumentali, facendo rivivere, in tal modo, lo splendore ed i fasti della Sicilia del passato.
La “Storia della Sicilia” (volume di 650 pagine edito da ARBOR) costituisce un prezioso contributo per la conoscenza della Sicilia e dei suoi governanti, dalla preistoria ai nostri giorni: dalla fine dell’impero Romano d’occidente sino alle ultime vicende della Regione Siciliana.
Opera che percorre tremila anni densi di fatti ed episodi che hanno segnato tutto il percorso della Sicilia e dei suoi abitanti, raccontati con grande autorevolezza espositiva e scientifica e con il prezioso contributo di un indice di nomi e relativi riferimenti bibliografici.

Gli avvenimenti politici descritti dopo gli anni 60 hanno visto Di Matteo tra gli osservatori privilegiati per essere stato, a lungo, un attento testimone dell’attività assembleare e dell’azione del governo per avere svolto la sua lunga carriera professionale all’interno della struttura burocratica della Regione Siciliana.
Un ruolo che gli permise di collaborare intensamente con autorevoli parlamentari siciliani e con importanti rappresentanti del governo.
Quella lunga esperienza professionale determinò un forte sodalizio, mai interrotto, con il nostro concittadino On.Le Nino Lombardo che, durante l’espletamento del suo mandato parlamentare, ricoprì diverse cariche: presidente del gruppo parlamentare della D.C., segretario regionale dello stesso partito e presidente della commissione delle Finanze.
Quella fu una stagione politica esaltante che vide la Sicilia protagonista del cambiamento attraverso formule politiche avanzate che portarono la D.C. ad avere un rapporto privilegiato con il Pci., allora guidato dall’On. Pancrazio De Pasquale, che permise, attraverso il cosiddetto compromesso storico (successivamente attuato in campo nazionale) di stabilizzare ed allargare e il quadro politico e la base parlamentare.

Ieri sera il consiglio comunale, dopo le ultime assemblee burrascose ha trovato l’unanimità, proprio nel decidere il conferimento della cittadinanza onoraria allo scrittore Di Matteo, che il sindaco Mauro Mangano consegnerà durante la solenne cerimonia del 20 giugno prossimo. La manifestazione consentirà alla cittadinanza paternese di conoscere l’opera omnia Hercule Siculo curata dal Di Matteo, su incarico dell’Accademia delle Arti e Scienze di Palermo, pubblicata negli anni 90 ma non risulta ad oggi, presentata alla cittadinanza.

BIOGRAFIA DI SALVO DI MATTEO:

Già incaricato di corsi sulla storia e la civiltà della Sicilia, collaboratore culturale del Giornale di Sicilia, nel 1996 è stato nominato Ispettore onorario ai Beni librari. Fra le sue numerose opere: Anni roventi fatti di cronaca e di mafia a Palermo. – La Sicilia dal 1943 al 1947 (1967) Storia dei Monti di Pietà in Sicilia (1973), con Francesco Pillitteri; Paternò – Nove secoli di storia e di arte (1976); Il Palazzo d’Orlèans e il suo parco (1983); Il Viaggio pittorico in Sicilia di D’Ostervald (1988); La Porta Nuova a Palermo (1990); Gli Accadimenti di Sicilia:storie e figure negli ultimi tre mila anni (1991); Iconografia storica della provincia di Palermo: mappe e vedute del Cinquecento al Novecento (1992) Historie delli huomini et delle cose di Sicilia (1992); La Giudecca di Palermo dal X al XV secolo, in !Fonti per la storia dell’espulsione degli Ebrei dalla Sicilia” (1992); Sicilia 1713: relazioni per Vittoria Amedeo di Savoia (1994); Viaggiatori stranieri in Sicilia dagli Arabi alla seconda metà de3l XX secolo (3 volumi, 1999-2000); Almanacco siciliano 2001 (2001); Palermo storia della città dalle origini ad oggi (2002); Ha diretto la collana Opuscoli del marchese di Villabianca e curato l’opera omnia di Girolamo Ardizzone, fondatore del Giornale di Sicilia e i diari di viaggio in Sicilia di vari viaggiatori stranieri.

[Credits: Foto sfondo di Salvo Santangelo/ Foto Di Matteo, Alfio Cartalemi]

Raccomandati per te:

1 Comment

  1. Il giusto riconoscimento ad un ottimo studioso che ha amato e continua ad amare Paternò molto più di tanti paternesi.

I commenti sono chiusi.