Arriva a Paternò il Taxi Sociale, destinato a migliorare la mobilità dei soggetti deboli

Arriva a Paternò il Taxi Sociale, destinato a migliorare la mobilità dei soggetti deboli

95047.it Il comunicato stampa diffuso dal Comune:

Giovedì 30 luglio, alle ore 19.00, in Piazza Umberto, si terrà la cerimonia di consegna dell’automezzo che verrà utilizzato per il trasporto sociale. Si tratta di un veicolo attrezzato per il trasporto di persone in sedia a rotelle e che verrà messo a disposizione dei soggetti bisognosi, con conducente e senza accompagnatore. Alla consegna del mezzo saranno presenti, fra gli altri, il sindaco di Paternò, Mauro Mangano e l’assessore alla Dignità della Persona e Infanzia, Salvo Galatà. Testimonial d’eccezione sarà il noto giornalista e conduttore televisivo Salvo La Rosa. Nel corso della serata, ai cittadini verranno distribuiti volantini contenenti tutte le informazioni sulle modalità per accedere al servizio, che potrà essere prenotato telefonando con almeno due giorni di anticipo.

Il servizio di Taxi Sociale, istituito nella città di Paternò per la prima volta, nasce grazie ad una concreta collaborazione tra pubblico e privato, ovvero un’azienda – PMG ITALIA – che ha proposto il progetto di “Mobilità Garantita” e ha fornito, in comodato d’uso gratuito, l’automezzo, l’Assessorato alla Dignità della Persona e Infanzia, e circa una trentina di Aziende locali. Importante anche il coinvolgimento di alcune Associazione di volontariato attive sul territorio, fra le quali l’Anpas.

«Si tratta di un grande traguardo, unico per la nostra comunità – afferma l’assessore alla Dignità della Persona e Infanzia, Salvatore Galatà –, che aiuterà i soggetti deboli a far fronte alle necessità della vita quotidiana, come recarsi dal medico o in un centro di aggregazione, permettendogli così di sentirsi più vicini ad una condizione di “normalità”. Il servizio – aggiunge – nasce grazie ad un’intesa fra pubblico, privato e mondo delle associazioni, una collaborazione importante che ci consente di rispondere alle esigenze dei cittadini anche in tempi di crisi».

«Uno dei segnali per noi più belli – sottolinea il sindaco di Paternò, Mauro Mangano – è la prontezza con cui il tessuto imprenditoriale cittadino ha risposto all’iniziativa, decidendo di dare il proprio contributo, rassicurato dal fatto che anche il Comune vi fosse coinvolto. Questo ci fa capire che quando si lavora insieme verso un unico obiettivo si possono raggiungere risultati importanti».

2 Commenti

  • Fu nobile anche la Medicalcasa che ci garantiva e riusciva ad aiutare le famiglie a 360 gradi, non solo con il trasporto. Con 10 euro di iscrizione per un anno, riuscivano ad organizzare e a gestire le richieste dei tesserati: farmaci a domicilio, infermieri al tuo servizio, pratiche sanitarie, trasporto e soprattutto disponibilità. A valle di tutto ciò chiedevano un contributo proporzionato al servizio essendo una ONLUS e quindi recuperare spese di gestione (numero verde, sito internet, assicurazione dei mezzi, rimborso carburante). Le cose buone durano poco peccato!!! Bastava un piccolo aiuto da parte di tutta la giunta comunale nonché dall’assessore alla Dignità della persona. .. ma quale dignità.

I commenti sono chiusi.