Assalto in piena notte al supermarket: messi in fuga dall’allarme

95047.it In due, con il cappuccio delle felpe alzato sulla testa per non farsi riconoscere, agiscono in piena notte. L’assalto è a un supermarket di Paternò: tutto ripreso dalle telecamere a circuito chiuso dell’attività commerciale. Una delle tante attività che per portarle avanti quotidianamente sono richiesti sacrifici, rischio economico e tanto pelo sullo stomaco. Poi, arrivano loro (così come ce ne sono tanti): i balordi che campano proprio sui sacrifici altrui. Perdono quei secondi iniziali per capire come dovranno agire ed entrano in azione. Riescono a forzare ed alzare la saracinesca, entrano all’interno e rubano via uno dei registratori di cassa, prima che scatti il sistema d’allarme che li metta in fuga. Il fatto è accaduto appena qualche giorno fa.
Il bottino è misero (dentro il vano cassa c’era ovviamente poca cosa) ma la sfrontatezza con la quale si agisce è disarmante. 
Non può essere fatta passare. E’ vietato assuefarsi al momento che stiamo vivendo: ne va della dignità di una comunità. E del lavoro (quello che è rimasto) di ognuno di noi.

Raccomandati per te:

2 Comments

  1. Questo video del mese scorso spiega la situazione in cui viviamo (almeno qui in Sicilia e, in generale, nel sud Italia): http://catania.livesicilia.it/2016/05/12/video-choc-carabinieri-assaltati-dopo-arresto_378192/
    Persino i Carabinieri — storica arma che ha combattuto con onore le due Guerre Mondiali — si fanno mettere i piedi in faccia dai mafiosi della zona, invece di falciarli uno per uno a colpi di mitra.
    C’è altro da aggiungere? Due parole soltanto: sconforto e tristezza.

  2. Vorrei sinceramente complimentarmi per il costante e alacre lavoro di informazione svolto dalla redazione di “95047.it”. Avevo scritto un commento diverso, ma è inutile commentare: con le parole non si va da nessuna parte qui. Forse un giorno vi stancherete anche voi di essere al servizio di una città malata come Paternò.

I commenti sono chiusi.