Balordi in azione: svuotano il salvadanaio delle associazioni animaliste

95047.it Definirli vergognosi risulterebbe essere un complimento per chi li ha commessi: fatti che dovrebbero solo far arrossire chi li ha messi in atto.
Rubati dei fondi utili per le cure e l’assistenza dei randagi dalle due associazioni “Il Mio Amico” e “Cuccioli dell’Etna” che in questi giorni sono presenti con uno stand all’interno della Fiera di Settembre a Paternò.
Le due associazioni animaliste in sinergia hanno scelto di mettersi in prima fila nell’evento paternese per continuare la loro opera quotidiana: sensibilizzare la gente nella lotta al rangagismo e all’abbandono dei cuccioli per le strade e promuovere all’adozione, e allora proprio davanti allo stand allestito all’ingresso della villa hanno posizionato delle gabiette con all’interno gli amici a 4 zampe che cercano un patrocino e accanto ad esse appeso dei piccoli salvadanai utili per un gesto di solidarietà da parte di chi volesse contribuire all’assistenza e la cura dei piccoli amici fedeli.

Ma qualche sera fa non è filato tutto liscio. A Paternò insomma ci deve essere sempre chi si deve far riconoscere per meschinità: mentre curiosi ed inteneriti molti visitatori si fermavano ad ammirare le bestiole e qualcuno di buon cuore lasciava anche qualche soldo (si era raggiunto anche un buon gruzzolo pari a circa 60 euro) al momento dell’apertura dei salvadanai la sorpresa, brutta s’intende, è arrivata per i volontari: era tutto vuoto. Qualche furfante, con la scusa di avvicinarsi per osservare i cani e magari chissa fargli pure qualche carezza, con l’inganno si è accaparrato tutto lasciando nel salvadanaio solo 50 centesimi. Ora, non è il valore economico in se (che certo di questi tempi non si disdegna) quanto il gesto che lascia veramente esterrefatti. E intanto a farsi sentire è il presidente dell’associazione animalista “Il mio amico” Francesco Gerloni: “Sono disgutato e trovo offensivo nei riguardi dei volontari e delle creaturine indifese che accudiamo con amore. Non voglio qualificare l’essere amorfe che ha perpetrato un furto con destrezza paragonabile al rubare un lecca lecca ad un bambino. I ragazzi avevano gia messo in conto cosa comperare in farmacia visto che gli antiparassitari non bastano mai e sono piuttosto costosi. Viviamo in una società – conclude Gerloni – che ha perso i valori più elementari della civile coesistenza “

1 Comment

  1. Che gli animali sono meglio di tanti esseri umani é un fatto risaputo, e quest’episodio ne dà conferma. L’ennesima brutta figura per la nostra città a causa di un manipolo di balordi (e pezzenti) che rappresenta un ristretto numero di paternesi, che di fatto ne danneggia l’immagine e la reputazione. Solidarietà a questi volontari che certamente per le attività che svolgono dimostrano di avere un livello di sensibilità non comune.

I commenti sono chiusi.