Passa il Bilancio (ma senza la rinegoziazione dei mutui)

95047.it AGGIORNAMENTO: Dopo oltre 9 ore di dibattito il consiglio comunale ha approvato il Bilancio di previsione (15 voti a favore).
Nulla da fare per decorrenza dei termini, invece, sulla rinegoziazione dei mutui.
Votata anche l’immediata esecutività (18 voti a favore)

C’è poco da meravigliarsi. Il fatto che si sia arrivati ad un punto di non ritorno (quello del 30 novembre) per l’approvazione del Bilancio di previsione e per la rinegoziazione dei mutui (possibile un istante dopo che lo strumento finanziario verrà approvato), non sorprende nessuno. Al di là delle schermaglie politiche o di partito, quello al quale stiamo assistendo è il risultato di una assenza di programmazione che non avrebbe mai potuto portare ad un solo beneficio per la città.

Sono anni che sentiamo parlare di “bene per la città” e “responsabilità in nome della città”: nessuno sa che significa. Tutti sappiamo, invece, che sono giustificazioni banali che vengono tirate fuori ad orologeria per interessi personali. Ma ci sarà modo e tempo di affrontare ed analizzare la questione.

Intanto, limitiamoci ai fatti. Ieri, la seduta è saltata per mancanza di numero legale. Si riprende questa mattina a partire dalla ore 10. Serve la presenza di dodici consiglieri per dare il via libera al Bilancio: ne occorreranno 16 per dare, però, l’immediata esecutività. E’ sui numeri che si gioca la partita. E l’inseguimento di telefonate, sms e whatsApp è già partito da ieri.

1 Comment

I commenti sono chiusi.