BOXE: QUATTRO NUOVI CAMPIONI ITALIANI YOUTH 2019

La stagione d’oro del pugilato siciliano continua e non accenna a fermarsi. Dai tricolori youth riservati a pugili di 17 e 18 anni, sei dei nove siciliani che sono saliti sul ring di Roseto degli Abruzzi, sono tornati con al collo una medaglia pregiata.

Sono arrivati quattro titoli e due medaglie di bronzo che premiano un movimento che ormai da qualche anno non ha eguali in Italia.

I nuovi campioni italiani sono Nicolino Platania (Lanza Boxe Scordia), Daniele Salerno (Pug. Dresda), Remus Ilas (Racing Bull Catania) e Salvatore Cavallaro junior (Team Morello Boxe Rc), un poker d’oro destinato a grandi passi a scalare nei prossimi anni i vertici assoluti.

Ha cominciato a fare suonare l’inno siciliano Nicolino Platania, classe 2001, allievo del maestro Mario Lanza, che ha superato i 20 match vinti in carriera mettendosi al collo questa prestigiosa medaglia d’oro battendo nella finale della categoria 46-49 kg l’abruzzese Denis Dhima.

Neanche il tempo di fare festa e nella finale dei 56 kg, Daniele Salerno, allievo del mitico maestro Tanino Dresda, si è reso protagonista di un match impeccabile battendo in finale Brando Diani.

Doppia festa per i maestri Giovanni Cavallaro e Giuseppe Platania (di professione è Vigile del Fuoco, che svolge la sua attività nel distaccamento di Paternò) che opera per i nuovi campioni italiani Remus Ilas che nei 64 kg ha rispettato le previsioni della vigilia vincendo il titolo con grande autorità e Salvatore Cavallaro junior (è il cugino di Salvuccio “Occhi di Tigre” Cavallaro, in corsa per i Giochi di Tokyo 2020) dominatore nei 75 kg.

Due pugili che come Salerno e Platania hanno già vestito l’azzurro e hanno grandi margini di miglioramento e il futuro assicurato. I due bronzi portano la firma del palermitano Tommaso Sciacca (Destrover Pa) allievo del maestro Benny Cannata nei 52 kg e di Francesco Di Girolamo
(Marsala Ring) nei 69 kg.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.