CATANIA. CASE A LUCI ROSSE E FINTI CENTRI MASSAGGI: LA POLIZIA NE CHIUDE 8

Nell’ambito della vasta operazione condotta da oltre 400 operatori della Polizia di Stato per il contrasto al fenomeno dello sfruttamento della prostituzione in 27 province, tra cui Catania, gli agenti della Squadra Mobile, sezione Criminalità straniera e prostituzione, coadiuvati da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale e della Polizia Scientifica, hanno effettuato un’intensa attività di controllo su strada, in diverse abitazioni, in esercizi commerciali e in un centro massaggi della città.

Complessivamente, sono state identificate 75 persone, la maggior parte straniere e principalmente cinesi. 16 soggetti sono risultati con precedenti. Sono stati controllati 40 veicoli e sono state eseguite 8 perquisizioni in abitazioni del centro storico, utilizzate come luogo per lo svolgimento dell’attività di meretricio. Nel corso delle perquisizioni, sono stati rinvenuti diversi oggetti verosimilmente utilizzati per l’attività di meretricio.

Nell’ambito dei controlli su strada sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 1200 euro per violazione al Codice della strada.

Tre donne straniere, due di nazionalità cinese e una colombiana, sono state accompagnate presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per l’identificazione e ulteriori accertamenti sulla loro presenza nel territorio dello Stato.

Dai controlli eseguiti, le tre donne sono risultate irregolari per cui nei loro confronti sono stati adottati altrettanti provvedimenti di espulsione.

Su quanto emerso nel corso delle attività, verranno svolti ulteriori approfondimenti investigativi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.