CATANIA: Controlli della Polizia, sequestrato autolavaggio

La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà il pregiudicato M.A. per i reati di favoreggiamento reale, sfruttamento del lavoratore mediante l’approfittamento dello stato di bisogno, scarico di acque reflue sporche nel sottosuolo e, ancora, per i numerosi reati in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro.

Le indagini hanno avuto il via nei giorni scorsi, quando una persona ha sporto denuncia di furto della propria autovettura presso il Commissariato Borgo-Ognina.

Dopo svariati accertamenti e riscontri, i poliziotti del Commissariato, dimostrando un’approfondita conoscenza del territorio del quartiere Picanello, hanno individuato l’auto rubata all’interno di un’autorimessa di circa 4000 metri quadri con all’interno oltre 100 veicoli, tra questi anche natanti, con annessa attività di autolavaggio.

Ulteriori accertamenti hanno consentito di appurare che ambedue le attività, l’autorimessa e l’autolavaggio, erano del tutto abusive; inoltre, è che è stato identificato un lavoratore in nero, invalido civile, costretto dallo stato di bisogno a effettuare esclusivamente turno notturni, dalle ore 21.00 alle 6 del mattino, dietro corrispettivo di euro 2,20 l’ora, senza alcuna garanzia previdenziale.

Durante la ricognizione dei luoghi, effettuata unitamente a personale della Polizia Scientifica, è stato riscontrato anche lo scarico illegale delle acque sporche derivanti dall’attività di autolavaggio nel sottosuolo.

Inoltre, sono stai riscontarti numerosi reati in materia di salubrità e sicurezza sui luoghi di lavoro, non essendo stato adottato il documento di valutazione di rischi, con particolare riferimento alla mancanza di estintori, alla sporcizia, all’impianto elettrico non a norma, alla mancanza di dispositivi di protezione e quant’altro a tutela dei dipendenti, degli avventori e dei veicoli ivi parcheggiati.

Infine, l’autolavaggio, con le relative apparecchiature, è stato sottoposto a sequestro penale preventivo; alla vittima del furto è stata restituita l’autovettura e quanto in essa contenuto.

Raccomandati per te:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi