CATANIA, FATTURE MEDICHE FALSE OTTENERE DETRAZIONI IRPEF: INDAGATI CONIUGI

I poliziotti del Commissariato Borgo Ognina hanno indagato in stato di libertà una coppia di coniugi per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico

I due, in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi, presentavano all’Agenzia delle Entrate delle false fatture, relative a spese mediche odontoiatriche mai sostenute, per un importo di diverse migliaia di euro, al fine di ottenere indebitamente le detrazioni Irpef. Le indagini prendevano spunto dalla denuncia presentata da un medico odontoiatra titolare di uno studio dentistico che era stato contattato dall’Agenzia delle Entrate per alcune anomalie riscontrate in alcune fatture.

L’uomo, convocato per fornire chiarimenti in merito, si accorgeva che le fatture che gli venivano contestate non erano mai state da lui emesse, trattandosi di un falso. Inoltre, non aveva mai effettuato alcuna prestazione medica ai soggetti che avevano presentato quelle fatture, essendo a lui totalmente sconosciuti.

Alla luce di quanto sopra, i due coniugi venivano indagati in concorso per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.