CATANIA: La polizia scopre un’agenzia di scommesse illegali

CATANIA: La polizia scopre un’agenzia di scommesse illegali

La Polizia di Stato ha recentemente, effettuato un servizio finalizzato a verificare la gestione di centri di trasmissioni dati (CTD) relativi alla raccolta di scommesse, da parte di soggetti privi di licenza di polizia e, talvolta operanti in collegamento con intermediari non muniti della prescritta concessione governativa.

Particolare rilievo ha assunto il controllo effettuato presso un’attività operante nel quartiere “Barriera” con numerose postazioni telematiche per la raccolta di scommesse, ove è stato verificato che il titolare non ha presentato istanza di regolarizzazione per l’emersione dell’attività di detta raccolta di scommesse, nei termini e nelle modalità previste dalla “legge di stabilità” del 2015, quindi è stata evidenziata una raccolta abusiva di scommesse.

Per tale ragione, detto titolare, è stato denunciato in stato di libertà per il reato previsto dall’art. 88 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

In data odierna, a seguito di detta attività, il personale del Commissariato Borgo Ognina ha dato esecuzione al decreto del Questore di Catania, con cui è stata disposta l’immediata cessazione dell’attività di raccolta di scommesse svolta abusivamente e, a tal proposito, è stato apposto in tale esercizio un avviso al pubblico in modo da rendere edotti gli avventori/scommettitori in ordine all’illegalità di detta attività.