CATANIA: Pubbliservizi, il pm chiede il conto: 6 anni e 2 mesi per l’ex presidente

Sei anni e due mesi di carcere per l’ex presidente della Pubbliservizi di Catania, Adolfo Maria Messina, e cinque anni e quattro mesi per il consulente della societa’ partecipata dall’ex Provincia, Alfio Massimo Trombetta.

Sono queste le richieste al Gup Simona Ragazza, avanzate dai Pm Fabio Regolo e Fabio Saponara, a conclusione della requisitoria nel processo col rito abbreviato per una presunta truffa emersa dall’operazione ‘Cerchio magico’ della guardia di finanza.

Per la procura e dalle indagini sarebbe emerso quello che per la Guardia di finanza ha definito un “collaudato sistema corruttivo orchestrato dall’ex presidente della Pubbliservizi, Messina ,e dal suo stretto collaboratore Trombetta che indirizzavano l’affidamento di lavori e servizi a imprese traendone svariate utilità'”.

L’aggiudicazione degli appalti, sostiene la procura di Catania, e’ “avvenuta in violazione della normativa di evidenza pubblica rappresentata dal Codice degli Appalti”. Dall’inchiesta e’ sfociato un processo che si celebra col rito ordinario davanti al Tribunale.

La prossima udienza e’ stata fissata il 25 maggio con gli interventi degli avvocati difensori Pietro Ivan Maravigna e Paolo Spanti.

Raccomandati per te:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi