CATANIA, RUBA LA MACCHINA E SCAPPA, INSEGUIMENTO DA FILM

Concitato arresto dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania.

I militari infatti, intorno alla mezzanotte di domenica scorsa, avevano ricevuto disposizioni dalla centrale operativa circa l’intervento da eseguire a seguito dell’avvenuto furto di una Fiat Panda avvenuto nella zona di via Vittorio Emanuele il cui spostamento, nel mentre, veniva ancora segnalato dall’antifurto satellitare.

L’intervento coordinato delle pattuglie consentiva pertanto di localizzare in Corso Indipendenza l’auto rubata il cui guidatore, al fine di sottrarsi all’arresto, ingaggiava una vera e propria sfrenata corsa con i militari, mettendo a repentaglio l’incolumità dei passanti e culminata, addirittura, nello speronamento di una gazzella.

La successiva manovra di accerchiamento operata dai Carabinieri, però, poneva fine alla sfrenata corsa in via Eugenio Barsanti dove il guidatore nel disperato tentativo di fuga, abbandonata l’autovettura e correndo a perdifiato, veniva placcato ed ammanettato da due militari, tra l’altro infortunatisi lievemente nella corsa.

L’uomo veniva così identificato nel 23enne Luigi SICURELLA, mentre anche altri due giovani minorenni, di 14 e 17 anni, che erano in sua compagnia all’interno dell’autovettura rubata ma che non lo avevano seguito nel suo tentativo di fuga a piedi, venivano denunciati per furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

Al SICURELLA, che dapprima era stato trattenuto in camera di sicurezza, in occasione del rito direttissimo è stato imposto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Raccomandati per te:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.