“Chiedo alla presidente: qual è il conflitto d’interesse sulla Fiera?”

“Chiedo alla presidente: qual è il conflitto d’interesse sulla Fiera?”

95047.it La dichiarazione raccolta da 95047.it da parte del consigliere comunale di maggioranza in merito alle esternazioni della presidente del consiglio, Laura Bottino, a proposito della organizzazione della Fiera di Settembre.

“Sono onorato che la presidente del consiglio si interessi ad una questione del genere. Preciserei che non sono il solo a voler dare un contributo alla causa per l’organizzazione della Fiera. E se la presidente è sicura dei suoi riscontri, vada avanti. Altrimenti chieda scusa. 
Sono, semmai, io che rivolgo una domanda: “È possibile poter dare un proprio contributo alla città o no?”. Non sto scavalcando alcun assessore: sto soltanto dando una mano, così come era già accaduto per il Carnevale che altrimenti non si sarebbe mai fatto.

E, dunque, quale sarebbe il mio conflitto d’interesse visto che il Comune non sta uscendo nemmeno una lira? È tutto fatto nella massima trasparenza e legalità: si possono andare a cercare i documenti al Comune. Si tratta di una partecipazione al Bando a costo zero e non è nemmeno detto che si rientrerà delle spese.  
La presidente non mi ha mai chiamato per chiarire questa situazione: evidentemente, si basa sulle voci di popolo. Infine, per sgombrare il campo da qualsiasi equivoco, l’associazione che sta organizzando la Fiera di Settembre non è in alcun modo riconducibile a quella con la quale abbiamo organizzato “Un fiume di Befane” ed altre manifestazioni alle quali ho, anche lì, ho dato il mio contributo per il bene della città. 
Io ho rilasciato una intervista solo per ribadire che la Fiera di Settembre si sarebbe fatta e per smentire quelle voci che parlavano addirittura di “truffa” in relazione alla Fiera. Tutto falso e inaccettabile”.

5 Commenti

  • Carissimo Roberto già il tuo amico consigliere Comis ha fatto tanto per la nostra città ,contribuendo ad approvare l’aumento dell’addizionale Irpef,e quindi togliendo i soldi in tasca ai cittadini “ONESTI” che pagano le tasse ,per poi sperperare in questi inutili manifestazioni che ridicolizzano la città di Paterno’ ,abituata in passato ad altre maniifestazioni .Mentre il tuo amico consigliere ,con la complicità del Sindaco crea attorno a se tantissimo clientelismo facendo piombare Paterno’nel limbo più assoluto.

  • · Modifica

    MI DISPIACE CONTRADDIRVI . MA PURTOPPO PER NOI CITTADINI DI PATERNÒ IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE. QUESTO È SOLO L’ANTIPASTO. MI MERAVIGLIO ANCHE CHE ANCORA CERCATE PRO E CONTRO. SONO TUTTI UGUALI . NA MANIATA DI PISCI I BRODO .CON UNICA FRASE ( PI ME CHI C’E’).

  • Questo Comis è forse quello che inizialmente stava all’opposizione (infatti sosteneva Naso Nino Sindaco) che con il suo voto ha consentito all’attuale maggioranza PD di mettere l’irpef allo 0,2%, poi salita a 0,8%, poi scesa allo 0,4%, per poi risalire allo 0,8%?
    Ma chi sono gli elettori di questo voltagabbana?
    Paternesi svegliatevi….

    Paternese doc…subito sindaco! 😉

  • Carissimo cons. Comis sappiamo tutti che l,Assessore allo sport sei tu e che l’Avv. Minutolo è solo un presta nome, in ogni caso sarebbe stato opportuno che non davi nessun contributo alla città perchè i cittadini paternesi possono farne a meno del tuo “CONTRIBUTO”. Queste iniziative servono solo ai tuoi amici e per fare clientelismo.

    • Carissimo Paternese Doc, bene credo che lei abbia centrato in pieno il problema, vedere il marcio sempre e comunque è un atteggiamento tipico di chi ha culture distruttive e nostalgiche senza rendersi conto che si possono fare cose anche con lealtà e chiarezza con la speranza che qualcosa possa cambiare, il fatto che si sia esposto un politico in questo caso e solamente un’occasione per lamentarsi e piangersi addosso senza mai esporsi personalmente per fare qualcosa di concreto per questa Città. Un saluto a lei Paternese DOC da un semplice cittadino ITALIANO DOC.

I commenti sono chiusi.