“Ci stiamo rivolgendo a tutte le scuole per trovare uno spazio da destinare a Pil”

95047.it Di seguito la replica dell’assessore allo Sport, Alfredo Minutolo:

«Questa Amministrazione ha fatto e sta facendo tutto il possibile per mettere a disposizione dell’associazione una struttura – evidenzia l’assessore Minutolo -. Purtroppo, da quest’anno, il Comune non gestisce più la palestra che si trova all’interno della scuola di via Libertà, dove i ragazzi si allenavano lo scorso inverno».

La recente legge 107 di riforma del sistema scolastico, infatti, ha predisposto che le palestre all’interno delle scuole siano a completa disposizione dei dirigenti scolastici nel caso di attività curriculari rientranti nei progetti “Pon”. L’edificio scolastico di via Libertà, dove si trova la palestra, ospita classi dell’Istituto Comprensivo “G.B. Nicolosi” e del II Circolo Didattico. Dopo una riunione con le presidi delle due scuole, l’Amministrazione ha trasmesso alle dirigenti scolastiche tutte le richieste delle associazioni sportive paternesi che desiderano utilizzare la palestra.

«Le istanze sono state tutte ricevute dalle presidi – spiega ancora Minutolo –, così come la richiesta presentata dall’ASD Paternò in Linea, che deve ancora essere esitata dalle dirigenti scolastiche, alla stregua di tutte le altre richieste. Finora, nessuna associazione è stata esclusa e le stesse presidi mi hanno riferito che in settimana fisseranno un incontro con tutti i rappresentanti delle associazioni che hanno fatto richiesta della palestra di via Libertà per la ripartizione degli orari, tra cui anche quelli di Paternò in Linea. Trattandosi di una decisione che viene presa dalle scuole, il Comune non può fare nulla. Nonostante ciò, ci stiamo rivolgendo a tutte le scuole cittadine per trovare un altro spazio da destinare ai ragazzi dell’ASD Paternò in Linea, nel caso in cui le scuole interessate per qualche ordine di ragione non dovessero consentire loro l’utilizzo. Purtroppo, l’unico spazio comunale a disposizione sarebbe il Palazzetto dello Sport di via Bologna, che però è già sovraffollato dalle varie società sportive che lo utilizzano per prepararsi alle gare agonistiche e che comunque a prescindere da ciò non ha l’idoneità a recepire questo tipo di attività, per via del manto. Sono veramente rammaricato per questo ritardo, poiché riconosco il valore e la rilevanza sociale dell’attività che l’associazione svolge sul territorio. Ribadisco, però, che nessuna negligenza e nessun ritardo possono essere imputati a questa Amministrazione – conclude l’assessore Minutolo».

Raccomandati per te: