COSTITUITO IL GRUPPO CONSILIARE DEL PD, DICHIARAZIONI DEI M5S

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:  Movimento Cinque Stelle – Paternò

Da Mangano a Naso il PD è Presente Sempre
“Non esiste un Gruppo Consiliare del Partito Democratico attualmente, e non credo che esisterà in seguito…la mia figura come segretario del PD è disgiunta dalla figura attuale di consigliere comunale…le due vicende sono nettamente separate e distinte…”
Con queste parole l’attuale Presidente del Consiglio Comunale, Filippo Sambataro, ci rassicurava riguardo alle nostre perplessità sulla sua figura all’interno del Partito Democratico. Ed invece, con un’abile mossa da illusionista, insieme ai consiglieri comunali Barbara Conigliello e Luigi Gulisano, eletti nella lista CIVICA Presenti Sempre, alla prima occasione utile hanno gettato la maschera ed hanno costituito il gruppo Consiliare del Partito Democratico.
Sotto la maschera c’è il PD, o volendo essere più precisi, c’è Anthony Barbagallo, Assessore Regionale del governo Crocetta, il governo più fallimentare nella storia della nostra amata Sicilia.

Con questa decisione il Presidente Sambataro non solo ha tradito la nostra fiducia, ma ha letteralmente calpestato la volontà dei Cittadini.
Quei Cittadini che hanno votato una lista di chiara matrice civica, e si ritrovano con 3 rappresentanti del PD in seno al Consiglio Comunale . Tra l’altro non si è trattato di un gruppo Consiliare formato da esponenti di varie liste, ma di una vera e propria trasformazione, per di più a nemmeno 3 mesi dalle elezioni quindi ingiustificabile sotto tutti i punti di vista.

Inoltre questa presa di posizione si distacca in maniera netta dalla natura civica dell’intera coalizione guidata dal Sindaco Nino Naso, che ha fatto della guerra ai partiti il suo punto di forza durante tutta la campagna elettorale. Ed i Cittadini lo hanno votato anche per questa scelta, a questo punto disattesa.
Chissà come hanno preso la decisione i consiglieri della lista di opposizione Paternò 2.0, il cui referente politico risulta essere Luca Sammartino (potete ammirarlo nei cartelloni in giro per la città, candidato con il simbolo del PD alle prossime regionali). Una contraddizione senza precedenti, in questo momento il PD si trova in maggioranza e contemporaneamente in opposizione dentro l’assise civica paternese.

Dal canto nostro continueremo a lavorare per la Città, attraverso le Commissioni Consiliari recentemente costituite e attraverso le richieste che arriveranno direttamente da Voi.
Il Movimento 5 Stelle è nato dai Cittadini ed appartiene esclusivamente a Voi, e possiamo garantirvi che, almeno noi, saremo Presenti Sempre.

1 Comment

  1. Praticamente il PD ha perso e vinto contemporaneamente alle ultime amministrative a Paternò. Quelli del PD sapevano che avrebbero perso le elezioni qualora si fossero presentati con il loro simbolo e a sostegno dell’uscente Mangano, per cui furbescamente si sono invece presentati frammentati in più liste civiche a sostegno dei candidati a sindaco Naso, Distefano e di Mangano. C’era da aspettarselo che colui che oggi è il nuovo presidente del consiglio comunale sarebbe rimasto al PD, la sua autosospensione dal partito è stata tutta una farsa. Fosse stato tutto vero il partito lo avrebbe espulso, ma così non è stato.

    Questi partiti nazionali, a partire dal PD, si mascherano con le liste civiche e prendono per i fondelli i cittadini. Forza Italia e M5S sono stati i più onesti da questo punto di vista avendo presentato il loro simbolo. Bisogna prendere atto con rammarico che purtroppo Paternò non si è liberata del PD e per farlo a quanto pare bisognerà attendere le amministrative del 2022. Che schifo!

    Ora vedremo che “rivoluzione” ci sarà col PD ancora nella maggioranza di governo della nostra città.

I commenti sono chiusi.