Dalla Regione il primo sì ai progetti destinati a zona Scala Vecchia

95047.it Il comunicato stampa diffuso dall’amministrazione:

“Grazie all’impegno profuso dall’Amministrazione comunale, dopo anni di attesa starebbe finalmente per concludersi, in modo positivo, l’annosa questione relativa ai “Contratti di Quartiere”. Dalla Regione è infatti giunto il primo via libera ai progetti dai quali giungerà una vera svolta per zona Scala Vecchia, quartiere che da lungo tempo attende quelle opere indispensabili a migliorare la qualità della vita dei suoi numerosi residenti.
I progetti, nello specifico, prevedono la realizzazione di un parco, di un centro giovanile polifunzionale, che sorgerà accanto alla chiesa di San Biagio, di 27 alloggi in social housing e il rifacimento di alcune arterie viarie. Le opere verranno finanziate con un cospicuo finanziamento, pari a 7 milioni di euro, proveniente dal Ministero per le Infrastrutture.

«Nonostante i tanti mesi di silenzio da parte della Regione , abbiamo continuato a lavorare affinché questo importante finanziamento non andasse perduto, senza mai perdere la speranza– evidenzia il sindaco di Paternò, Mauro Mangano -. Per molti mesi abbiamo dovuto attendere che la Regione completasse l’iter di approvazione tecnica dei progetti che gli Uffici avevano mandato circa 2 anni fa. Dopo di che – aggiunge il primo cittadino – è stato necessario approntare delle modifiche, che sono state deliberate dalla Giunta alcune settimane fa, con le quali si aggiornava il quadro economico precedente e si riaffermava la volontà dell’Amministrazione di procedere all’appalto integrato. Adesso attendiamo soltanto l’ultimo passaggio, definitivo, dell’Assessorato regionale –conclude Mangano».

Nei prossimi giorni l’Amministrazione comunale organizzerà una conferenza stampa, durante la quale verrà illustrato nel dettaglio l’intero progetto”.

Raccomandati per te:

1 Comment

  1. É spaventoso, i “Contratti di Quartiere” per Scala Vecchia sono stati deliberati nel 2004, e solo oggi, nel 2015, c’é il primo via libera da parte della Regione. A questo punto l’auspicio é che la questione si concluda in maniera definitiva, ma soprattutto, che i 7 milioni di euro di finanziamento vengano DAVVERO spesi per rilanciare questo quartiere e dare ad esso una sua dignità.

I commenti sono chiusi.