DUPLICE OMICIDIO AD UCRIA, SI ATTENDE IL VERDETTO DEL RIESAME: PER LA DIFESA DI RUSSO NON CI SONO VERI INDIZI DI COLPEVOLEZZA

Si conoscerà tra pochi giorni la decisione del tribunale del Riesame su Salvatore Russo, indagato per il duplice omicidio avvenuto a Ucria la sera di ferragosto.

Oggi in aula accusa e difesa hanno depositato i rispettivi memoriali.

L’udienza, inizialmente prevista per lo scorso 16 settembre, era stata rinviata a questa mattina dopo la richiesta dei legali di Russo che hanno avuto bisogno di più tempoper esaminare il fascicolo di oltre mille pagine depositato dagli inquirenti.

Stamane, i legali del giovane, gli avvocati Turi Leotta e Luigi Bellissima, hanno insistito sulla richiesta di annullamento dell’imputazione per la carenza di veri indizi di colpevolezza. Per Russo è stata infatti richiesta la scarcerazione o l’eventuale restrizione ai domiciliari.

La difesa, infatti, porta avanti la tesi della legittima difesa secondo cui il 29enne di Paterò avrebbe sparato a Fabrizio e Antonio Contiguglia nel disperato tentativo di salvarsi la vita.

 

1 Comment

  1. ma scherziamo? se non e’ legittima difesa questo caso allora. vanno in tre armati a casa di questo bravo giovane lavoratore armati ,questo si difende e non e’ legittima difesa?

I commenti sono chiusi.