DUPLICE OMICIDIO DI UCRIA, SALVATORE RUSSO RESTA IN CARCERE

Resta in carcere il 29enne Salvatore Russo, indagato per il duplice omicidio avvenuto ad Ucria lo scorso 15 agosto. Il tribunale del Riesame ha confermato infatti l’ordinanza del gip di Patti Ugo Molino, non accogliendo la richiesta di annullamento dell’imputazione per carenza di gravi indizi di colpevolezza presentata dalla difesa del ragazzo. I legali del 29enne, gli avvocati Turi Leotta e Luigi Bellissima, intendevano ottenere la scarcerazione o gli arresti domiciliari per Russo poiché non sussistevano, secondo il memoriale, esigenze cautelari.

Ma per il tribunale esiste il rischio di reiterazione del reato e Russo resta dunque nel carcere di Catania dove è rinchiuso da più di un mese.

La difesa, intanto, continua a sostenere la tesi della legittima difesa secondo cui il 29enne di Paternò avrebbe sparato a Fabrizio e Antonio Contiguglia nel disperato tentativo di salvarsi la vita.