E poi ci sono quegli idropeni (saturi) che vandalizzano la nostra storia con scritte infantili

Raccomandati per te:

3 Comments

  1. Un vero e proprio stupro a quella che é la parte storica della città, considerata da questi balordi, ignoranti, beoti e cerebrolesi che imbrattano i monumenti, una zona franca dove poter dare sfogo ai propri impulsi ormonali.

    Qui il problema é certamente educativo, perché é chiaro che questi elementi non hanno famiglie alle spalle che abbiano loro impartito educazione e valori. Ma non é solo un problema educativo, é anche un problema di cattiva amministrazione, la quale ha la colpa di non aver mai provveduto all’installazione di un sistema di videosorveglianza in ogni angolo della Collina storica in grado di monitorare h24 la situazione e “pizzicare” eventuali atti di vandalismo. E invece no, con la scusa che non ci sono fondi, nessuna delle giunte che a Paternò si sono succedute negli ultimi decenni, si é interessata a questo problema.

    Come possiamo pensare di attrarre turisti a Paternò se quella che é la principale zona di interesse storico-architettonico é messa così male? Poi cosa mostriamo ai turisti, i muri dei monumenti imbrattati oppure quelli interni al castello normanno anch’essi imbrattati?

I commenti sono chiusi.