ETNA, L’INGV: SI E’ APERTA UNA SECONDA BOCCA ALL’INTERNO DEL CRATERE DI SE

AGGIORNAMENTO ORE 23.49

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che alle ore 22:27 UTC si è attivata una seconda bocca all’interno del Cratere di SE che produce una attività di fontana di lava. Alle 22:28 UTC è avvenuto un trabocco in direzione della Valle del Bove. Il fronte lavico è al momento alla quota di circa 3000 m.
L’ampiezza media del tremore vulcanico e l’attività infrasonica si mantengono su valori elevati.

WEB CAM DA PATERNO’ 

CANALE LOCAL TEAM  

ETNA UNO 

ETNA DUE 

ETNA TRE

CRATERI SOMMITALI  

WEBCAM SCHIENA DELL’ASINO

INGV ETNA  

GUIDE VULCANICHE  

 

AGGIORNAMENTO ORE 23.18 AVVISO DELLA PROTEZIONE CIVILE SICILIA

Visto il comunicato dell’INGV relativo all’intensificazione dell’attività stromboliana dell’Etna , il direttore generale della Protezione Civile Siciliana, Cocina, ha sentito il direttore sezione di CT, Branca. Considerato il vento dominante proveniente da Ovest, è stato diramato un avviso a sindaci , referenti comunali di protezione civile e volontari per prepararsi ad una possibile caduta di cenere nelle prossime ore, dovuta ad un ulteriore intensificazione dei fenomeni eruttivi con possibili fontane di lava.
Nella grafica la simulazione della ricaduta delle ceneri vulcaniche stimata fino alle ore 6.00 del 23.2.2021 dal link: http://www.ct.ingv.it/Dati/VAMOSSEGURO/AshMALTA_Dep_12.gif

 


AGGIORNAMENTO COMUNICATO INGV ORE 22.27

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che si registra un incremento in frequenza ed intensità dell’attività stromboliana al Cratere di Sud Est, con lancio di prodotti abbondantemente al di fuori dell’orlo craterico.Dalle 21:10 UTC circa l’ampiezza media del tremore vulcanico mostra un repentino ulteriore incremento; allo stato attuale l’ampiezza rientra nel livello alto.
La sorgente del tremore mostra un graduale spostamento verso il Cratere di SE, ad una profondità di 2500 m sopra il livello del mare.
L’attività infrasonica risulta decisamente aumentata con un alto tasso di accadimento dei transienti infrasonici. Questi risultano localizzati in corrispondenza del Cratere di SE.
Ulteriori aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati.


L’Etna si sta preparando al prossimo evento parossistico??

Un deciso aumento del tremore vulcanico sta caratterizzando l’Etna nelle ultime ore.

IL COMUNICATO ORE 21.50

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che è in corso una debole attività stromboliana al Cratere di SE. L’ampiezza media del tremore vulcanico è in graduale incremento pur mantenendosi allo stato attuale nel livello medio.
Le sorgenti del tremore risultano localizzate al di sotto del Cratere di Bocca Nuova, intorno ai 2500 m sopra il livello del mare.
I segnali infrasonici mostrano una lieve ma significativa variazione sia nel tasso di accadimento che nell’energia rilasciata e risultano principalmente localizzati in corrispondenza del Cratere di SE.
Ulteriori aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.