FOLLIA A ROMA. SI È AMMAZZATO IL 34ENNE CHE HA UCCISO L’ANZIANO E I DUE BIMBI

AGGIORNAMENTO

S i è suicidato l’uomo che ha ucciso un anziano e due bambini di 5 e 10 anni sparando in strada.

Barricato in casa, per più di 3 ore non ha dato risposta ai negoziatori. Intorno alle 15.45 i militari hanno fatto irruzione e l’hanno trovato morto nella sua camera da letto.

Secondo il sindaco ci sarebbe un rapporto di parentela tra le vittime e l’attentatore.

L’uomo fu segnalato più volte perché possedeva un’arma e minacciava di volerla usare.


Un anziano e due bambini sono morti in una sparatoria ad Ardea, in provincia di Roma. Le vittime sono state raggiunte da colpi d’arma da fuoco mentre erano in un parco pubblico in via degli Astri.

A sparare sarebbe stato un 34enne con problemi psichici che si è poi barricato in casa. Sul posto stanno operando i carabinieri del Gis, militari negoziatori e una squadra dell’Api del comando provinciale di Roma.

I due bambini uccisi erano fratelli: Daniel aveva 10 anni e David 5. Non ci sono, invece, gradi di parentela tra l’anziano ucciso e i due bambini. Tutte e tre le vittime sono italiane.

“La situazione rappresentata è gravissima e sono in costante aggiornamento con i nostri soccorritori”, scrive in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Gli operatori intervenuti sul posto hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione è apparsa fin da subito compromessa -spiega D’Amato-. Sono profondamente scosso per l’accaduto ed esprimo tutto il mio rammarico e le più sentite condoglianze ai familiari e all’intera comunità di Ardea che oggi vive un terribile lutto per questa tragedia”.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM per essere aggiornato sulle notizie e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi.