Furnari: “Problemi col progetto Lidl”, Milicia: “Non mi risulta affatto”

Furnari: “Problemi col progetto Lidl”, Milicia: “Non mi risulta affatto”

95047.it E’ stata una delle questioni che ha tenuto banco la scorsa estate nell’ambito delle poco esaltanti questioni politiche della città. E’ la vicenda legata alla nascita di uno stabile del supermercato tedesco Lidl all’ingresso di Paternò: un investimento che ridisegnerà anche il concetto urbano della parte alta di via Vittorio Emanuele.  Della faccenda da allora non se ne era più parlato anche per via di un iter burocratico che non si esaurisce certo mettendo assieme un paio di giornate e qualche chiacchiera ma che l’altra sera, martedì per essere precisi, è esplosa prepotente in consiglio comunale.

Tutta colpa (si fa per dire) di una interrogazione presentata dal consigliere Ivan Furnari che ha investito l’amministrazione di una serie di interrogativi che insinuano il dubbio che qualcosa possa inceppato nel percorso della progetto. E qualcuno è sbalzato pure dalla sempre comoda seggiola di Palazzo Alessi. “Ho voluto riaccendere i riflettori sul piano di lottizzazione Caponetto, quello che riguarda la Lidl – spiega il consigliere di minoranza -, perché le indicazioni avanzate sia in consiglio che in commissione erano state accolte dal progettista ma attendono ancora delle risposte: tanto sull’eventuale approvazione quanto sui tempi di realizzazione. Mi chiedo se, per caso, l’investitore ha rinunciato al progetto o se sono sorti problemi tecnici o di altra natura”.

Sin qui Furnari che dà, tuttavia, l’impressione di sapere qualcosa di più rispetto alle domande formulate nero su bianco nell’interrogazione. Fatto sta che all’ultima seduta di consiglio comunale, il suo intervento qualche momento di nervosismo l’ha creato: vedremo, quali saranno gli sviluppi (di natura tecnica) che verranno fuori.

Nel frattempo, abbiamo girato la questione all’assessore all’Urbanistica Turi Milicia che rispedisce al mittente la certezza dell’inghippo: “Non mi risulta vi siano problemi – spiega a 95047.it – o perlomeno nessuno mi ha segnalato qualcosa che vada in questa direzione. Di sicuro, c’è che dopo l’approvazione in consiglio comunale abbiamo lasciato che gli uffici lavorassero ma oggi stesso prenderò informazioni in tal senso e vedrò di capire. Ma lo ribadisco: al momento non mi è stato segnalato alcun problema”.

5 Commenti

I commenti sono chiusi.