Furti di tombini: disagi e rischi sulle strade di Paternò

95047.it Per sapere che le strade di Paternò sono piene di buche non è certo necessario scrivere un ulteriore articolo. Ma vi sono alcuni punti della rete viaria della città che presentano vere e proprie trappole. Una di queste si trova all’incrocio tra il grande slargo di Viale dei Platani con via Giuseppe Alfano, per meglio capirci la strada su cui prospettano gli uffici dell’Inps. E la buca in questione non è altro che un pozzetto delle linee elettriche privo del chiusino, ovvero del suo coperchio.
La pericolosa buca del pozzetto in questione, dopo essere stata “segnalata” con due cassette di plastica (non si sa da chi) che in genere si usano per contenere la frutta, da oltre una settimana è messa in evidenza da due mini transenne gialle poste dal Comune. A questo punto una riflessione è d’obbligo. E’ normale che per rimediare a un problema tanto semplice il Comune di Paternò lasci passare intere settimane? Per reperire un chiusino in metallo, come se ne trovano a centinaia sparsi per la città, cosa aspettano i servizi tecnologici del Comune? E’ forse necessaria una gara d’appalto o bisogna trovare un finanziamento per l’acquisto del coperchio in questione?

Uno dei pozzetti "incriminati"
Uno dei pozzetti “incriminati”

Le nostre sono domande ironiche e amare che allo stesso tempo chiedono in realtà un risposta immediata, dato che un pozzetto privo del suo coperchio è un pericolo per l’incolumità pubblica. La strada in questione è infatti molto trafficata, e non solo dai residenti del quartiere ma anche da quanti si recano presso gli uffici dell’Inps.

1 Commento

  • Esaustivo come sempre. Bisognerebbe forse smettere di porsi domande per iscritto perché per quanto lecite, buone e giuste non sortiscono effetti su chi di competenza. Meglio sarebbe armarsi di senso civico e portare le domande fin nelle stanze di chi di competenza.

I commenti sono chiusi.