Il cuore grande della città: raccolti quasi 400 giocattoli

95047.it Anzitutto, partiamo con un grazie. Un grazie enorme che valica la facile retorica e qualsiasi sterile ipocrisia. Quello che è accaduto per il secondo anno consecutivo a proposito della raccolta di giocattoli destinati a tanti bambini paternesi, ha incarnato appieno la sacralità del momento: quella di un Santo Natale che ha messo in campo la parte bella di tante, tantissime, persone.

IMG-20151221-WA0001Sono stati quasi 400 i giocattoli raccolti e consegnati alla Caritas Vicariale. Ed il numero, credeteci, è impressionate già solo per i tempi ristretti nei quali ci è messi all’opera. Associazioni e semplici cittadini che hanno sposato la causa lanciata da 95047.it assieme, per l’appunto, alla Caritas: è stato un momento appassionante e coinvolgente che, in queste ore, regalerà un sorriso in più a tanti bambini. Ed in questi tempi di crisi e sofferenza, comprendiamo molto bene cosa significhi trovare il tempo per mettere mano al portafogli ed acquistare un dono che non sia per se stessi.
E dunque: grazie, grazie, grazie.

“Ce l’abbiamo fatta. Paternò ce l’ha fatta! Non nutrivo dubbi sulla risposta che vi sarebbe stata ed è meraviglioso sapere che questa iniziativa porterà un pizzico di gioia in alcune case della nostra città. Non c’è niente di più bello che donare agli altri: in questo caso ai più piccini – racconta l’editore di 95047.it e promotrice dell’iniziativa, Adriana Di Perna -. Che sia un Natale di gioia per tutti i paternesi”.

“La carità non si racchiude nelle sole opere di beneficenza o di assistenza, ma nelle opere dell’Amore da indirizzare verso ogni bisogno spirituale, fisico, esistenziale del nostro prossimo”, interviene una delle responsabili Caritas, Silvana Strano.
“Per noi la motivazione a guardare ai bisogni dei fratelli più piccoli è la presenza viva di Gesù in noi stessi e nel prossimo. “Qualunque cosa avete fatto ai più piccoli, lo avete fatto a me”, Matteo 25,40.
La Caritas commissione minori ringrazia  tutti coloro che con un piccolo gesto hanno  reso questo giorno speciale. E ricordiamoci che… Il Natale siamo noi!”.

Da parte nostra, siamo già al lavoro per l’anno prossimo. Cara Paternò, auguri di un Santo Natale.

Raccomandati per te:

2 Comments

  1. Più volte in passato ho cercato di donare giocattoli, passeggini, carrozzine, seggioloni e altre cose utili per regalare un sorriso a qualche bambino o famiglia bisognosa. I miei tentativi sono stati vani perchè, tra mille difficoltà a trovare chi li prendesse, compresa la Caritas, mi è stato detto che servivano solo vestiti. E’ strano che questo meccanismo di ricevere doni si attivi solo in queste occasioni.

    1. Tuttavia, non perdiamo la voglia di donare: anche i giocattoli, alla fine, non sono poca cosa.
      Grazie e Buon Natale!

I commenti sono chiusi.