Il giallo della scomparsa di Renato Caponnetto: nessuna notizia da due settimane

Il giallo della scomparsa di Renato Caponnetto: nessuna notizia da due settimane

95047.it Di Renato Caponnetto non si hanno più notizie da ormai quindici giorni. Scomparso. Svanito nel nulla in maniera inspiegabile. L’ultimo contatto risale alla mattina di mercoledì 8 aprile. Dopodichè, niente. Il 48enne imprenditore agricolo paternese aveva detto alla moglie: “Mi vedo con una persona. A dopo”. Da lì in poi il telefonino di Renato Caponnetto ha cessato di squillare o, meglio, è risultato essere perennemente irraggiungibile. Gli investigatori hanno escluso fin da subito un suo allentamento volontario. Troppe cose non tornano e, soprattutto, è l’incontro con quella persona annunciata al telefono che resta al vaglio degli inquirenti. Nel frattempo, i carabinieri della Compagnia di Paternò hanno scandagliato gli ospedali del territorio e passato al setaccio le campagne vicine alla sua azienda di Gerbini. Ricerche e tentativi che, finora, non hanno dato però nessun esito. Al momento, si tratta di un giallo a tutti gli effetti.

Renato Caponnetto, alto 1 metro e 80 centimetri, è dunque svanito nel nulla. E con lui anche la Fiat 500 di colore grigio con la quale si muoveva. Al momento della scomparsa indossava un giubbino di colore rosso ed un paio di jeans. Per la famiglia, sono giorni d’ansia. 
L’appello è a chiunque possa fornire un indizio: anche il più insignificante può risultare determinante nel comprendere cosa sia accaduto al 48enne paternese.