Il “mare a Paternò”: finalmente si interviene sulla strada perennemente allagata

95047.it Il mare a Paternò, in barba alla campagna elettorale di un candidato al consiglio comunale delle ultime amministrative era stato portato sul serio. La strada provinciale 137/2 quella che si trova a sud della città, pressappoco nell’area di Tre Fontane, allagata come un fiume. Allagata come un mare per l’appunto. Tante le denunce in quella zona per sollecitare l’intervento delle istituzioni. Tanti gli appelli lanciati dal presidente del comitato di Tre fontane, Franco Di Perna. Ebbene, alla fine gli sforzi sono serviti perché il rifacimento di quella strada dove si accumulava l’acqua piovana – e siamo arrivati ad oggi – è stata appaltata per il suo rifacimento. La firma sul contratto è già stata messa in calce, nero su bianco. E’ stata la Provincia che ha del resto la competenza su quella strada a bandire la gara. I lavori sono destinati a cominciare proprio in questi giorni e ad essere rifatta sarà tutta la bretella. Si avvia, dunque, a soluzione quello che era diventato un vero e proprio caso di decenza.

E per uno che si risolve, un altro sul quale fare attenzione. Insistiamo, infatti, su quello che è un allarme a tutti gli effetti: quello dei furti dei copritombini in ghisa proprio nella zona di Tre Fontane (oltre che nel resto della città). Ebbene ora il pericolo serio – soprattutto la sera, visto che manca l’illuminazione – è che dentro rischiano di finire auto e moto. Occorre un intervento urgente per non passare dal mare, all’acquario. Perdonateci la battuta.

1 Commento

I commenti sono chiusi.