Incontro pubblico per illustrare il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile

Incontro pubblico per illustrare il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile

95047.it Si è tenuto questa mattina, a Palazzo Alessi, un nuovo incontro pubblico per discutere del Paes (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile), documento che contiene le varie strategie da mettere a punto, nella città di Paternò, per raggiungere due importanti obiettivi, ovvero il risparmio energetico e la conseguente diminuzione delle emissioni di anidride carbonica del 20%, entro il 2020.

Un impegno che l’Amministrazione e il Consiglio Comunale hanno preso attraverso l’adesione al Patto dei Sindaci, movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali, impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili nei loro territori. Il Paes, già all’attenzione della Commissione Consiliare ai Lavori pubblici, dovrà essere approvato dall’Assise Civica entro il 31 gennaio, per poi passare al vaglio della Regione. Il protocollo, oltre a fotografare i livelli di consumo energetico del territorio cittadino e ad offrire delle strategie per diminuirli, rappresenta una condizione necessaria per poter accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Comunità Europea, per incentivare le politiche volte all’efficientamento energetico a livello locale.

Punto di partenza del Paes presentato stamani, sono le emissioni nocive prodotte nel territorio paternese nell’anno 2011, che ammontano a 198 mila tonnellate e che dovranno essere abbattute del 20% entro il 2020. Le emissioni di CO2 vengono calcolate usando le informazioni contenute in vari database, come quelle fornite dai distributori energetici, per quanto riguarda i consumi domestici, dagli archivi dell’Aci, per quanto concerne gli autoveicoli immatricolati nel territorio, dagli Uffici comunali relativamente ai consumi degli edifici di proprietà dell’Ente e così via. Varie le strategie individuate dal Paes per l’abbattimento delle emissioni nocive, si va dalla riqualificazione degli edifici comunali alla riduzione dei consumi domestici, dalla diffusione di impianti che sfruttano le fonti energetiche rinnovabili, alla messa a punto di politiche per una mobilità sostenibile.

Il Paes è stato presentato, come detto, questa mattina, nel corso di un incontro pubblico al quale hanno preso parte, fra gli altri, il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici del Comune di Paternò, Carmelo Palumbo, il presidente del Consiglio Comunale, Laura Bottino, i consiglieri Salvatore Fallica e Roberto Faranda. A illustrare le caratteristiche del documento c’erano il responsabile del Settore Lavori pubblici del Comune, ingegnere Eugenio Ciancio e l’ingegnere Cesare Caramazza, della società Energy A+, incaricata dall’Ente per la redazione del Paes.

Le strategie individuate dal Paes per ridurre la presenza di agenti inquinanti nell’atmosfera potranno essere intraprese già all’indomani dell’approvazione del documento da parte del Consiglio Comunale. «Alcune di esse sono già in fase d’attuazione – sottolinea il vicesindaco di Paternò, Carmelo Palumbo -, il Comune, per fare un esempio, ha già presentato un progetto per l’efficientamento energetico dell’impianto di illuminazione pubblica, per il quale abbiamo ottenuto il decreto di finanziamento attraverso il Fondo Jessica e a giorni attendiamo il visto della Corte dei Conti. Occorre rendersi conto della necessità di agire subito per difendere l’ambiente e la salute pubblica – continua Palumbo -, noi come Amministrazione ci stiamo adeguando alle direttive dell’Unione Europea in tal senso, anche attraverso uno strumento come il Paes, che oltre a fornirci delle linee guida, può rappresentare un’occasione importante per poter accedere agli incentivi messi a disposizione a livello sovranazionale».