La fragile tregua sul Punto Nascite

La fragile tregua sul Punto Nascite

95047.it Il pericolo non è scampato. Anzi. Ma l’avere ottenuto in extremis una proroga alla chiusura del Punto Nascite va annoverato certamente alla voce “piccolo ed importante successo”. Il prossimo venerdì 9 gennaio se ne capirà certamente molto di più. Gli intenti erano chiari sin dall’inizio: una volta completato il nuovo ospedale di Biancavilla, il Reparto di ostetricia e ginecologia di Paternò sarebbe stato smantellato e assorbito dal Maria Addolorata. “Ma da qui ad anticipare il tutto all’1 gennaio scorso quando a Paternò sussistono tutti i criteri di sicurezza è stato assurdo – spiegano dal Comitato “…per l’ospedale di Paternò” -: abbiamo agito nei confronti della Regione ed il 31 dicembre è arrivata la proroga. Vorremmo capire, però, cosa intende fare la politica paternese: vogliono, o no, dire la loro con forza sul destino dell’ospedale?”.

Reparto Maternità
Il mazzo di fiori donato al Reparto Maternità (Clicca per ingrandire)

Intanto, proprio il 31 sera, alcuni rappresentanti del comitato, rappresentanti politici e consiglieri comunali, hanno donato un mazzo di fiori alla statua di Santa Rita ed alla Madonna del presepe in omaggio alla protezione che hanno sempre avuto nei confronti delle partorienti. A tal proposito, ecco il VIDEO firmato da Nino Modica 

1 Commento

  • Sarei curioso di sapere chi dei presenti e dei loro figli è nato in quell’ospedale. Proporrei un sondaggio
    Spero di essermi fatto un’idea sbagliata ma quella attuale è che chi è autore dei propri mali pianga se stesso.

I commenti sono chiusi.