La Raccolta di giocattoli per i bimbi: un piccolo miracolo dei paternesi

La Raccolta di giocattoli per i bimbi: un piccolo miracolo dei paternesi

95047.it E’ stato un Santo Natale che, col piccolo contributo di tutti, ha reso un sorriso in più a diversi bambini paternesi. Un gesto tuttosommato semplice ma inatteso nella partecipazione di tante persone che non si sono tirati indietro dando concretamente il loro contributo. La “Prima raccolta di giochi per bambini” organizzata da 95047.it, dalla Caritas vicariale e dalla Parrocchia Sacro Cuore dice anzitutto una cosa: che, nonostante le difficoltà di tutti, nonostante la pesante crisi economica, nonostante si pensi forse troppo a noi stessi, a Paternò si riesce ad andare oltre. Già, perché la solidarietà che la Raccolta ha saputo muovere è stata davvero grande. Una grande sensibilità da parte della città. A dimostrazione che non bisogna avere sempre grandi idee per fare grandi cose: forse è sufficiente avere la disponibilità di fare qualcosa di utile e di mettersi concretamente in gioco.

Alcuni dei giocattoli raccolti
Alcuni dei giocattoli raccolti

Abbiamo visto genitori che portavano giocattoli nuovi appena comprati e altri che spingevano i propri bambini a fare un gesto di solidarietà rinunciando loro spontaneamente: uno strumento di educazione alla solidarietà anche per i più piccoli. Alla fine, sono stati quasi 400 i giocattoli donati: una parte sono stati consegnati ai bimbi la vigilia di Natale. Un’altra parte dei giocattoli è stata, invece, messa da parte e sarà il regalo che verrà consegnato ai bimbi nel giorno del loro compleanno in questo 2015.

“Ringraziamo con il cuore quanti si sono prodigati a favore della raccolta di giocattoli, che ha dato la possibilità a tanti bambini di ricevere un dono questo Natale – spiega la portavoce della commissione minori Caritas, Grazia Navarria -. Credo che iniziative come queste nella nostra società, spesso tanto criticata, siano un segno importante della presenza di tante persone che si preoccupano dell’altro diventando strumento della Provvidenza”. Ed in fin dei conti è stato un piccolo miracolo. Da ripetere ogni anno.