La strada da 6 milioni di euro? E’ chiusa ma si passa lo stesso

95047.it In fondo non è che ci sia voluto moltissimo: spostare qualche masso (seppur pesante e già orribile da vedere, come in una di quelle città del Medio oriente perennemente in guerra durante gli anni ottanta) e fare in modo che i passaggi si liberassero. La bretella stradale costata 6 milioni di euro chiusa al traffico per rischio idrogeologico è chiusa ufficialmente al traffico ma nella realtà vi si transita che è un piacere. La cosa va avanti da settimane. Non è più una novità. Dalla zona di Tre Fontane a quella di Fossa Creta il tratto permette di risparmiare un bel pò di strada. Quello che non va è, però, tutto il contesto. Anzitutto, vi è una apposita ordinanza che vieta il passaggio: l’altra è che inammissibile che in nemmeno tre anni (l’arteria venne inaugurata nell’ottobre del 2012) la strada è già pericolosissima (LEGGI: CHIUSA AL TRAFFICO LA BRETELLA DA 6 MILIONI DI EURO).

Una opera pubblica costruita su un terreno argilloso o comunque inadeguato e che, dunque, fa “slittare” la strada a valle? Pazzesco. Pazzesco se si pensa alla cifra stanziata ed alle parcelle riconosciute ai tecnici. Pazzesco anche vedere che non si sia in grado di far rispettare l’ordinanza: gli automobilisti lo fanno a loro rischio e pericolo. Ma anche l’assenza di controlli in quel tratto è parecchio ridicolo. Una beffa alle regole che dalle nostre parti è sempre più abitudine.

Raccomandati per te:

1 Comment

  1. La bretella é chiusa al traffico per rischio idrogeologico, benissimo, ma quello che personalmente mi domando é, ma allora cosa si dovrebbe fare? Cioè, mi spiego meglio, ma la situazione rimarrà così per sempre? Non esistono rimedi? Non é possibile recuperare l’opera e renderla fruibile visto che, come evidenziato dall’articolo, é costata ai cittadini 6 milioni di euro?

    Poteva essere un’opera utile ma soprattutto fondamentale per cercare di attenuare il problema del traffico a Paternò, ed invece a quanto pare si é rivelata inutile, costosa, ma soprattutto progettata “ad minchiam” tenuto conto del fatto che é stata costruita su un terreno argilloso.

I commenti sono chiusi.