L’intervento del senatore Torrisi: “Continuo ad agire per l’ospedale di Paternò”

95047.it 

Gent.le direttore,
in riferimento all’articolo pubblicato in data 29 luglio dalla testata on line 95047.it, inerente l’Ospedale di Paternò, ho letto alcune considerazioni e “accuse” malcelate rivolte all’attività politica da me svolta su tale problema. Addebiti di responsabilità, ingiuste se non ingenerose, nel considerarmi tra coloro che non si sono impegnati per evitare la chiusura del punto nascite dell’Ospedale Civico ‘SS. Salvatore’ di Paternò.
Come la cronaca ha puntualmente riportato, è già da molto tempo che sul piano politico ho agito – e continuo ad agire – nella misura e con le modalità che la mia posizione politica e il mio ruolo istituzionale mi permettono. Detto questo, sono sempre stato partecipe, appoggiandole, alle iniziative pubbliche di qualsiasi colore e parte, rivolte a scongiurare la chiusura del Punto nascite in questione. Inoltre, ho perfino presentato, personalmente, un esposto alla Procura di Catania sull’intera vicenda dell’Ospedale di Paternò, affinché si indaghi su eventuali irregolarità, e non solo sul punto nascite. Per una giusta memoria storica sul mio impegno per l’Ospedale, ritengo opportuno ricordare ai lettori che quando ricoprii l’incarico di Presidente dell’unità sanitaria locale, oltre ad avere portato la struttura del “SS. Salvatore” ai massimi livelli mi impegnai per la realizzazione dei reparti delle Unità Coronarica e di Rianimazione, un progetto purtroppo smantellato dalle successive gestioni.

Pertanto trovo, ancora una volta, pura e spiacevole demagogia lanciare accuse periodiche che dimostrano una visione parziale e distorta dei fatti. A tale riguardo credo che le vere responsabilità siano da ricercare altrove, ovvero laddove parte della politica locale non ha saputo agire o collaborato nei modi e nei tempi opportuni; altra responsabilità fondamentale – come ho avuto modo di dichiarare già più volte -. è da attribuire a settori pubblici e privati che per anni hanno indirizzato le partorienti paternesi presso strutture sanitarie di Catania, un fenomeno che ha fatto abbassare il numero di nascite nel nostro Ospedale. Infine, è da tenere in considerazione che il partito cui appartengo nella all’Assemblea Regionale Siciliana si trova all’opposizione; un elemento determinante, quest’ultimo, che non ha giovato e giova certamente alla causa paternese.
Restando a Sua disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento, La saluto cordialmente

Raccomandati per te:

8 Comments

  1. Il senatore con le giustificazioni addotte sul suo voto favorevole all’IMU agricola, si qualifica da solo sulla sua competenza e difesa di noi suoi compaesani, i quali c’è ne ricorderemo alle prossime elezioni.

  2. Gentile On, se non lo avesse ancora capito, la sua figura politica non rappresenta più l’ideale per il quale è stato eletto.
    La politica che lei ha rappresentato finora è FALLITA! Adesso è necessario agire democraticamente rimettendo innanzitutto al centro gli interessi dei cittadini, restituendo alla Gente comune la dignità che ci avete tolto giorno dopo giorno. Fatevi da parte, con serenità ammettendo di aver fallito e chiedendo scusa
    Siamo stanchi e … AFFAMATI!

  3. Sen.Torrisi la smetta di dire che si è interessato dell’ospedale ha fatto solo qualche pubblica passarella sfruttando le iniziative del Comitato a difesa dell’ospedale ,Lei assieme al Sindaco ,a tutta l’amministrazione comunale e i consiglieri comunali non siete stati capaci di fare un iniziativa a sostegno dell’ospedale perché Lei è’ succubo dell’On. D’Asero e il Sindaco dei suoi amici del PD .Non avete avuto la forza e la dignità di difendere la città di Paterno’ E il suo Ospedale.Speriamo che i cittadini paternesi stavolta tengano conto di chi sta distruggendo la nostra Comunità

  4. concordo ma che senatore ritirati .lei si mangia solo lo stipendio per Paterno’ non ha mai fatto niente, spero proprio che abbia la decenza di non ricandidarsi, ma anche quanto sicuramente non sara piu’ eletto. anche se si trova al seneto per lo schifo di legge elettorale non perche i paternesi l’abbiano votata

  5. “credo che le vere responsabilitá siano da ricercare altrove”…classico scarica barile da campagna elettorale. Spero che i paternesi si rendano conto una volta per tutte di che razza di gente hanno mandato a rappresentare la cittá nelle massime istituzioni. Sen. Torrisi, lei non ha più alibi e i paternesi sono mangialarunghe…non ammuccalapuni

  6. SI RICORDI CHE TUTTO È PARTITO RIGUARDO LA CHIUSURA DELL’OSPEDALE DI PATERNÒ PER RESTARE APERTO QUELLO DI BRONTE DEL SUO CARRISSSIMO COLLEGA FIRRARELLO CUI LEI È O ERA DISCEPOLO. QUINDI DICIAMO CHE LEI HA FATTO FINTA DI NIENTE IN QUEL PERIODO PER NON CONTRADDIRE CHI LO DOVEVA AIUTARE AD ARRIVARE AL SENATO E CHIUDIAMOLA QUA. SI RICORDI ON TORRISI CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CITTADINI PATERNESI SIAMO AGRICOLTORI, MA NON SIAMO CERTO RINCOGLIONITI.

    1. Concordo in pieno e finiamola con questa continua presa in giro nei confronti dei cittadini perché é un offesa continua alla nostra intelligenza e Le assicuro che al momento delle elezioni ce ne ricorderemo al costo di cambiare partito piuttosto che astenersi.

  7. Senatore mi sbaglio o una parte del suo partito in regione da appoggio esterno a crocetta? Mi sa dire a quale partito appartiene il ministro della sanità non diciamo fesserie l’ospedale sta a cuore a pochissime persone vi mettete in prima fila solo per i vostri interessi in vista della prossima campagna elettorale, non è un attacco verso la sua persona ma è quello che percepisce la nostra città.

I commenti sono chiusi.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi