Lo scippo dell’ospedale, sabato mattina una manifestazione per non restare in silenzio

 

3 Comments

  1. la verita’ e’ una sola dobbiamo prendere a calci in cxxxx solo tre persone
    1) il sindqaco 2) il senatore 3) l’ex ministro e tpoi per continuare bisogna prendere a calci tutti i politici che verranno a paterno’ a prendere voti . ma so benissimo che i paternesi non anno le palle per farlo quindi tempo perso maspero che quando anno bisogno non troveranno tanto ma ben poco me lo auguro di cuore i paternesi meritano questo perche’ non sanno quello che stanno perdendo

  2. Partecipiamo sabato mattina alla manifestazione a difesa del nostro ospedale ,diamo un segnale forte di modo che facciamo capire alla mala politica regionale con la complicità di quella comunale ,che i cittadini paternesi non ci stanno a perdere il loro ospedale .Grazie al Comitato difendiamo l’ospedale ,se ancora oggi si sta tentanto di bloccare il depotenziamento del S.S.Salvatore,dopo che la politica l’ha abbandonato,perché i signori deputati regionali vengono a Paternò’ solo a prendersi i voti per poi sparire dalla scena di Paternò ,per cui bisogna dare una forte risposta a tutti coloro che stanno affossando il nostro ospedale.
    Ci vediamo sabato mattina

  3. Se la maggior parte dei nostri concittadini continuerà a disertare tutte le manifestazioni a favore dell’ospedale, come purtroppo fin’ora hanno sempre fatto, la malapolitica che amministra la sanità regionale si arrogherà sempre del diritto di perpetrare ogni sorta di abuso.

    Quindi, paternesi, sveglia, tirate fuori gli attributi e partecipiamo in massa a questa nuova manifestazione, altrimenti il messaggio che mandiamo a Palermo é che delle sorti del nostro ospedale non ce ne frega nulla. Scendiamo tutti in piazza, facciamo vedere a lor signori che siamo una comunità coesa e che invece abbiamo a cuore il nostro ospedale, verso il quale dobbiamo porci (tutti) il dovere morale e storico di difenderlo.

I commenti sono chiusi.