Luca Parmitano sarà il primo italiano a comandare la stazione spaziale (Iss)

Da qualche tempo sapevamo che Luca Parmitano sarebbe tornato nello spazio l’anno prossimo. La novità di queste ore è che lo farà da comandante della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Nel 2013, Luca è stato il primo del suo gruppo a volare a bordo della Stazione Spaziale, dove è rimasto per 166 giorni. Nel corso della sua missione ‘Volare’, Parmitano ha condotto due passeggiate spaziali e svolto numerosi esperimenti scientifici.

Nel prossimo volo sarà al comando dell’avamposto internazionale.

E’ la prima volta che un astronauta italiano ricopre un compito così importante e prestigioso. Finora soltanto due astronauti europei hanno avuto l’onore e l’onere di comandare la base orbitante durante gli oltre 18 anni della sua attività: il belga Frank De Winne è stato il primo comandante, nel 2009, e sarà seguito dal tedesco Alexander Gerst che lo diventerà quest’anno.

Nel 2019 toccherà dunque al nostro Luca Parmitano, che diventerà così il terzo comandante europeo della ISS e avrà la responsabilità del corretto funzionamento del più importante avamposto umano nello spazio, della sicurezza dell’equipaggio e del successo delle attività di ricerca che si svolgono a bordo.

È certamente un importante riconoscimento per il ruolo che l’Italia e l’Europa stanno giocando in quello che è, senza dubbio, il più importante progetto di cooperazione internazionale in orbita attorno alla Terra.

In bocca al lupo a Luca!

(AGI)

Raccomandati per te:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi