OMICIDIO DI UCRIA, L’AUTOPSIA: COLPI LETALI PER ZIO E NIPOTE, TRE PROIETTILI PER IL FERITO

Sono stati effettuati, nell’ obitorio dell’ospedale di Patti, l’autopsia sui cadaveri di Antonino Contiguglia, e del nipote Fabrizio Contiguglia, 27 anni, uccisi con un colpo di pistola ciascuno alla testa , la sera di Ferragosto a Ucria.

L’autopsia ha rivelato che Antonino Contiguglia è stato centrato alla testa dal proiettile della pistola calibro 7,65 esploso da Salvatore Russo, in carcere con le accuse di duplice omicidio e tentato omicidio.

Il proiettile che ha colpito Fabrizio Contiguglia è penetrato dallo zigomo fuoriuscendo dal cervello mentre Salvatore Contiguglia, è stato centrato da tre proiettili che hanno imposto altrettanti interventi chirurgici.

Si sono svolti oggi pomeriggio alle 16 i funerali, nella chiesa Madre di Ucria, nel Messinese, di Antonino detto “Nuccio” Contiguglia, 62 anni e del nipote Fabrizio Contiguglia, 27 anni, uccisi con un colpo di pistola ciascuno alla testa la sera di Ferragosto, da Salvatore Russo, di Paternò, a seguito di una lite per l’occupazione di un posteggio.

Raccomandati per te: