PATERNESE, UCCIDE ZIO E NIPOTE DOPO LITE PER UN PARCHEGGIO AD UCRIA

È stato arrestato dai carabinieri l’uomo autore del duplice omicidio di questa sera a Ucria.

Si tratta di un uomo residente a Paterno’

Inizialmente l’uomo si era barricato in casa con un fucile, ma è stato bloccato dai Carabinieri del comando di Patti, intervenuti sul posto.

​Due persone, Antonino e Fabrizio Contiguglia, zio e nipote di 62 e 27 anni, sono stati uccisi a Ucria sui Nebrodi poco dopo le 21 a colpi di fucile dopo una lite per parcheggio.

Un terzo uomo, F.C., 43 anni, è rimasto ferito ed è stato trasportato all’ospedale di Patti per le cure del caso.


Sparatoria pochi minuti prima delle 21 in pieno centro ad Ucria, in provincia di Messina. Due i morti.

Le vittime sono lo zio 60enne ed il nipote 30enne, mentre non si hanno notizie certe sul ferito, che sembrerebbe essere stato trasportato in ospedale da amici e parenti.

La ricostruzione dei fatti risulta ancora parziale, ma sembra che il momento della prima lite per il parcheggio non corrisponda con il momento dell’uccisione dei due uomini.

Sul luogo stanno confluendo proprio in questi minuti tutti i soccorsi disponibili in zona, anche dalle località balneari della costa tirrenica.

È stato attivato il Comando dei Carabinieri di Patti, che sta intervenendo con tutti i suoi uomini proprio in questi minuti e che sembrerebbe aver già individuato il killer, un uomo originario di Paternò al momento barricato all’interno della propria abitazione con un fucile.

Raccomandati per te:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.