PATERNO’ CALCIO: RIVIVIAMO LA CAVALCATA FINALE CON LE FOTO DI LUIGI SAITTA

E’ stata una festa di sport, a cui la redazione di www.95047.it non ha voluto mancare, sobbarcandosi gli oltre 2000 km di andata e ritorno da Firenze.

Ma era necessario esseri. Lo dovevamo alla squadra, che durante l’anno non ha mai mollato, alla città, che con affetto e continuità ci segue ogni giorno e che aumenta sempre più la considerazione nei nostri confronti, e lo dovevamo ai tifosi, a tutti quelli che sono andati a Firenze (circa 500), e anche a quelli che non sono potuti andare, ma che con il cuore erano presenti.

Due giorni di festa e di calcio vero, quello che dovrebbe esserci ogni giorno, in ogni categoria. Basti pensare che nonostante la finale, e la posta in palio altissima per entrambe le squadre, quella a cui abbiamo assistito è stata una vera festa dello sport. Con tanto agonismo in campo, ma senza cattiveria, con due soli ammoniti ma per falli veniali. Anche tra i tifosi un incontro che ha dato solo applausi e complimenti reciproci. Le due tifoserie, si sono salutate cordialmente prima e dopo la gara, con i dovuti onori ai vincitori e ai vinti. Noi c’eravamo, al contrario di altri che hanno seguito la gara in tv. C’eravamo per toccare con mano quanto accaduto, per seguire un evento che entra di forza nella storia calcistica del Paternò e di Paternò.

Un’impresa riuscita solo ad altre due squadre siciliane, l’Alcamo e l’Orlandina, a che da 24 anni non tornava in Sicilia. Esserci e raccontare quanto accaduto in quei 90 minuti, significava molto per noi, ma non sapevamo ancora di trovare sulla nostra strada un bel gruppo di tifosi, ragazzi che con grandi sacrifici hanno voluto seguire la squadra caricandosi spese e disagi.

Questa vittoria la dedichiamo a loro, ai tanti partiti con il bus, con auto, furgoni e tanto altro per fare sentire il loro supporto ai giocatori. Grandi ragazzi che continueranno il prossimo anno a seguire una compagine che in Serie D deve farsi rispettare.

Intanto godetevi questa prima gallery di foto, che raccontano un po’ di partita con gli episodi cruciali del gol e del rigore parato da Romano.

Buona Visione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.