PATERNÒ: DISABILE BRUTALMENTE PICCHIATO PER AVER RECLAMATO IL POSTO AUTO RISERVATO AI PORTATORI DI HANDICAP

Nel pomeriggio dell’1 dicembre scorso, in via Isole Eolie, un disabile di 44 anni del posto affetto da sordomutismo, solo per aver reclamato il proprio diritto sancito dalla legge, è stato aggredito da due individui che con la loro autovettura avevano occupato il posto riservato alle persone disabili.

La vittima, dopo avere atteso per oltre 15 minuti, era riuscito finalmente a parcheggiare la macchina quando, avvicinato al finestrino dalle due persone che avevano occupato il posto, ha espresso loro il proprio disappunto provocando negli interlocutori una reazione violenta.

Difatti, oltre a minacciarlo e ad impedirgli di scendere dall’auto sbattendogli più volte contro la portiera, uno degli aggressori, appena lo ha visto in piedi fuori dall’auto vi si è scagliato contro colpendolo al volto con un pugno. La legittima reazione del poveretto non ha fatto altro che scatenare la furia degli assalitori che hanno iniziato a picchiarlo crudelmente colpendolo indistintamente con schiaffi, pugni e calci fino a lasciarlo in terra sanguinante.

Il disabile, trasportato in ambulanza all’Ospedale “Santissimo Salvatore” di Paternò, è stato visitato e curato dai medici del pronto soccorso che gli hanno diagnosticato: “una ferita lacerocontusa alla regione sopraciliare nonché una frattura pluriframmentaria scomposta delle ossa proprie del naso”, lesioni giudicate guaribili in 45 giorni s.c.
Del reato si sono occupati i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò i quali, acquisita la denuncia della vittima, hanno svolto gli opportuni approfondimenti investigativi che hanno consentito di dare un volto agli aggressori: i paternesi T.M. di anni 45 e S.M. di anni 34, già gravati da precedenti di polizia, che denunciati all’Autorità Giudiziaria dovranno rispondere di lesioni personali aggravate.

NOTA DEL SINDACO

In riferimento ai fatti accaduti in Via Isole Eolie,il primo dicembre 2018, dove un cittadino paternese, portatore di handicaap, veniva barbaramente aggredito da due individui, identificati dalle forze dell’ordine, l’amministrazione comunale condanna il vile gesto, esprimendo alla persona offesa la vicinanza di tutta la città.

Questi episodi non appartengono alla città di Paternò.

La nostra è una città di persone perbene, di gente che sa indignarsi di fronte ad episodi del genere.

Il Sindaco

NOTA COMITATO “PATERNO’ SI CURA”

In riferimento all’episodio, balzato alle cronache in questi giorni, di aggressione da parte di due individui ai danni di un concittadino diversamente abile della nostra città, il comitato “Paternò Si Cura” esprime solidarietà e vicinanza nei confronti della vittima di questo vile attacco e condanna fermamente l’episodio e la violenza dei suoi protagonisti.
Come abbiamo già avuto modo di dire più volte, il clima di imbarbarimento, associato al senso di impunità provato da gruppi di incivili o delinquenti di bassa lega, che si fa strada in città, sta diventando un fenomeno sempre più preoccupante e pericoloso.
Non si può più tollerare che l’inosservanza delle leggi e delle regole di convivenza civile possano sfociare in una escalation di barbarie, in perfetta atmosfera da far west!
Chiediamo fortemente e con fermezza che a tale episodio segua una pena esemplare per i responsabili, per mandare un messaggio a tutti coloro che pensano di poter infrangere liberamente e impunemente ogni regola del vivere civile: vi sbagliate, verrete perseguiti e puniti!
Tali comportamenti violenti vanno assolutamente contrastati, anche obbligando i colpevoli a compiere un percorso di riabilitazione sociale attraverso attività di volontariato verso i più bisognosi.
Il comitato ribadisce l’impegno e la necessità di una collaborazione fattiva immediata con l’Amministrazione Comunale per combattere seriamente e con fermezza, insieme, ogni deviazione dalla legalità ed ogni fattore di degrado e di minaccia alla sicurezza e alla convivenza civile, realizzando il prima possibile tutte le iniziative necessarie a risollevare la Città!
A cominciare dalle numerose proposte concrete presentate lo scorso dicembre che attendono ancora un’attuazione.
Attendiamo fiduciosi una pronta e determinata reazione da parte delle Istituzioni della città, aperti alla collaborazione, anche verso quanti, di buona volontà, vogliano unirsi alle tante associazioni creatrici del progetto,

 

Raccomandati per te: