PATERNO’: FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI S. BARBARA. IL BILANCIO DEL SINDACO

“Il bilancio lo ha fatto la gente con le continue telefonate e le attestazioni di stima che arrivano all’Amministrazione e alla città: hanno chiamato per manifestare il loro entusiasmo anche i concittadini che risiedono in varie parti d’Italia e del mondo, da Milano al Brasile, dalla Germania alla Francia, per non parlare dei paternesi che hanno vissuto la festa; grande l’entusiasmo dei giovani e dei tanti con cui ho vissuto personalmente le varie fasi della festa. Nelle piazze è stato un abbraccio corale, che mi ha emozionato; tanti amici mi avevano offerto i loro balconi sulle piazze per vedere la festa ma io ho voluto viverla in strada, in mezzo alla gente: è venuto fuori l’orgoglio paternese, poi santa Barbara rappresenta tutti noi e io ci ho sempre creduto, non a caso il primo atto che ho fatto appena eletto è stato l’omaggio floreale alla santa Patrona, con la mia famiglia, sono cattolico… credente.
Questa festa è per me un punto di partenza ed è stata una grande soddisfazione.
E non è solo per la festa fine a se stessa, secondo me la festa di santa Barbara, così come il nostro Venerdì Santo, possono entrare in circuito turistico regionale e nazionale e ne parlerò alla Regione. Dobbiamo lavorare subito su questo fronte, questo è il modo giusto di programmare e di fare le cose.
Il bilancio è certamente positivo: abbiamo recuperato le vecchie tradizioni come l’entrata dei cantanti dei bambini delle scuole e il palco in piazza con le bande, abbiamo potenziato i fuochi di S. Antonio e immesso delle novità come le luminarie musicali che sono molto piaciute, ci sono delle foto in giro che sono una meraviglia e che mi riempiono di gioia, anche il maxi schermo in piazza S. Barbara e le dirette televisive sono state una novità che hanno permesso ad anziani e disabili di seguire passo dopo passo ogni fase della festa e che per questo mi hanno ringraziato commossi. Poi ci sono state tante mostre ed eventi come il Recital di Santa Barbara del prof. Angelino Cunsolo che è stato un bel momento e che ho incoraggiato personalmente perché fosse fatto.”

QUALI SONO STATI I COSTI SOSTENUTI?
“La spesa è stata sicuramente inferiore a quella ipotizzata dalle voci in giro ed è comunque stata più contenuta di quella degli anni precedenti: ci sono voluti poco meno di 150mila euro, di cui 20mila per le luminarie e 10mila per gli spettacoli.
Spese che hanno portato un indotto notevole alla città, come mi hanno confermato i commercianti dei vari settori che hanno visto un’impennata negli incassi, se pensiamo che il giorno dello spettacolo piromusicale si sono contate più di 20mila presenze di gente venuta da fuori e il messaggio che è arrivato nei territori limitrofi è destinato a crescere. Stiamo lavorando bene.
La tradizione di un paese è importante, è questo che dà il senso di appartenenza ad una comunità ed è dovere nostro trasmetterla!”

DA QUALCHE PARTE SI SONO SOLLEVATI COMMENTI NON PROPRIO POSITIVI.
“A chi non ci ha votati e crede di trovarsi all’opposizione vorrei dire di venire incontro, e di collaborare con un’Amministrazione che vuole lavorare per una città che sente propria e che non guarda i colori politici; non serve la divisione, può servire nel momento in cui tu vedi un’Amministrazione che non è attenta, che non lavora, ci possiamo scontrare anche sul modo di fare le cose, ma le cose si devono fare e chi vuole fare le cose con noi trova una porta aperta. Si dimostra piccolo chi per partito preso vuole fare opposizione che poi diventa opposizione sterile perché bisogna avere l’onestà intellettuale di lasciare lavorare chi vuole lavorare.
Il grande successo che abbiamo avuto è stato che in Consiglio comunale l’immediata esecutività del bilancio è stata votata da tutti perché da tutti è stato recepito il messaggio che ho dato: la festa di Santa Barbara è importantissima per Paterno’, prima di tutto per il senso religioso, che diventa senso di appartenenza ad una comunità, e poi per le importanti potenzialità che può esprimere sul piano economico.”

Raccomandati per te:

1 Comment

  1. Riconoscimenti positivi per la festa, ma si dovrebbero dare a Paternò più servizi e meno tasse, come per esempio annullamento IMU terreni, come la maggior parte dei comuni hanno già fatto.

I commenti sono chiusi.